Raccolta differenziata, Azione Reggio Calabria: "In Calabria situazione critica"

"Il problema dei rifiuti è diventato sempre più centrale nella discussione pubblica, ma, nonostante ciò, non si è riusciti ad arrivare ad una soluzione.

Secondo il monitoraggio annuale realizzato da ReOPEN SPL, di concerto con il Dipartimento per gli Affari Regionali e le Autonomie, la Calabria versa in una condizione critica non per la quantità di rifiuti prodotti, bensì per la mala gestione dell'intero ciclo.

Osservando la produzione pro capite di rifiuti urbani ci accorgiamo che siamo ben al di sotto della media nazionale, quasi del 20% più alta.

Da una prima analisi si intuisce che il problema è differenziare i rifiuti.

In particolare, la differenziata in Calabria si attesta intorno al 47%, con un picco nelle province di Cosenza e Catanzaro (rispettivamente 58% e 54%) e un minimo nelle province di Reggio Calabria e Crotone (rispettivamente 36% e 30%)". Lo afferma in una nota Azione Reggio Calabria.