Trekking, la rete Cammini del Sud: "La Regione Calabria finanzia solo il Cammino Basiliano, presentato esposto"

cammini sud"Le associazioni facenti parte della rete Cammini del Sud hanno presentato in data 21/01/2021 un esposto alla Regione Calabria affinché vengano poste in essere iniziative normative e amministrative volte a modificare il Bilancio e la legge di stabilità che assegnano al solo Cammino Basiliano la cifra di 250.000 euro per il 2021 (che si aggiungono ad altrettanti 250.000 euro già erogati nel 2020), escludendo tutti gli altri Cammini attivi nella Regione.

La normativa vigente (art. 12 legge n. 241/1990) vorrebbe che la concessione di contributi fosse assegnata attraverso bandi o procedure di evidenza pubblica, dotati di criteri e modalità di concessione oggettivi e imparziali. La Regione Calabria, invece, ha aggirato questa procedura e ha deliberato di assegnare i contributi che dovrebbero essere genericamente indirizzati ai Cammini, attraverso una legge regionale che già individua un preciso beneficiario (il Cammino Basiliano, appunto).

"Senza voler entrare nel merito della necessità di finanziare un Cammino sorto soltanto lo scorso anno con l'assegnazione di complessivi 500.000 euro distribuiti tra 2020 e 2021, la Rete dei Cammini del Sud ritiene che la condotta della Regione Calabria costituisca un preoccupante precedente e che il provvedimento adottato sia indebito e inopportuno. Indebito, in quanto lesivo dei principi costituzionali di eguaglianza, di buon andamento e trasparenza dell'agire pubblico nonché di sussidiarietà orizzontale, che avrebbero dovuto suggerire ai Rappresentanti della Regione Calabria una soluzione maggiormente aperta e meditata, nell'interesse del territorio e non degli enti gestori. Il provvedimento è anche inopportuno in quanto la procedura, alquanto discutibile, ignora realtà analoghe, che già da anni operano nella Regione, che sono inserite nell'Atlante dei Cammini d'Italia, che hanno ottenuto il riconoscimento dal "Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo", che sono altamente frequentate, che esercitano un notevole interesse mediatico e che quindi inspiegabilmente sono state escluse dai finanziamenti. Per queste ragioni, la Rete dei Cammini del Sud chiede alla Regione un rapido ravvedimento attraverso una modifica della legge; chiede anche che ci sia maggiore dialogo e che sia presto attivato un tavolo tecnico che coinvolga tutti i Cammini attivi".

E' quanto si legge in un comunicato stampa della Rete Cammini del Sud.