Lorenzo Cesa indagato, Graziano (UdC): "Sono turbato, dimostrerà la sua estraneità ai fatti"

grazianogiuseppe120917"Confido, insieme a tutto il partito dell'UDC Calabria, nell'attività della Magistratura che certamente chiarirà ogni aspetto della vicenda giudiziaria che vede coinvolto anche il segretario nazionale Lorenzo Cesa: sono certo dimostrerà la sua totale estraneità ai fatti." 

Lo afferma Giuseppe Graziano, vicesegretario vicario regionale UDC Calabria commentando l'operazione "Basso profilo" della Dia, coordinata dalla Dda di Catanzaro, che vede indagati esponenti delle principali cosche della 'ndrangheta crotonese insieme con esponenti politici locali e nazionali, fra cui il segretario dell'Udc Lorenzo Cesa. 

"Sono turbato - ha aggiunto Graziano - e mi auguro, altresì, che il segretario regionale del partito possa provare di essere estraneo alle accuse che gli sono state addebitate".

Itanto Cesa esclude che il suo coinvolgimento nell'inchiesta di Catanzaro possa essere letta come una 'mina' sulle interlocuzioni sulla crisi. "Il centrodestra è unito. Detto questo sono una persona seria e lo sono anche oggi: non mi occupo più di vicende politiche. E' un momento difficile. L'unica cosa che devo fare - conclude - è prendere le carte e lasciare il mio ufficio nella sede dell'Udc".