Pediatria e Medicina dell’adolescenza, oggi al via il congresso “"Joint Meeting-Special Edition”

La pandemia da COVID-19 ha sconvolto il mondo intero, cogliendo di sorpresa l'organizzazione sanitaria, la ricerca, la politica, l'economia, la comunicazione, la scuola, lo sport e i semplici cittadini. I sistemi sanitari si sono trovati impreparati a gestire un numero elevato e concentrato di pazienti che, oltre a richiedere il ricovero ospedaliero, spesso necessitano di cure in reparti di terapia intensiva. Ci siamo trovati con ospedali rapidamente saturati perché la risposta sanitaria territoriale non è stata rapidamente e tempestivamente capace di contrastare questo fenomeno.

Da queste considerazioni nasce il "Joint Meeting-Special Edition in Pediatria e Medicina dell'Adolescenza" - organizzato dall'associazione ACSA&STE Onlus, presieduta dal dott. Giuseppe Raiola, di concerto con l'Unicef, la SIEDP (Società Italiana di Endocronologia e Diabetologia Pediatrica), il MAGAM (Mediterranean and Middle East Action Group of Adolescent Medicine), la SEMA (Sociedad Espanola de Medicina de la Adolescencia), con il patrocinio del Consiglio Regionale della Calabria, del Comune di Catanzaro, dell'Azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio e altre società scientifiche, in collaborazione con Confcommercio Catanzaro, il Lions Club Catanzaro Host e l'Ammi - che avrà inizio oggi, giovedì 3 dicembre, e si svolgerà sino al 31 dicembre sulla piattaforma FAD di formazione a distanza.

"Un evento, giunto ormai alla decima edizione - spiega il dottor Raiola, presidente del Congresso - che non ha solo la finalità di tener alto il livello dell'aggiornamento ma ha anche la volontà di farci sentire uniti, in un abbraccio virtuale che, presto, si spera possa divenire reale".

"L'attuale pandemia - sottolinea Raiola - ha mostrato, drammaticamente e impietosamente, tutte le debolezze di un settore ancora non in grado di affrontare le sfide future che promettono di essere sempre più difficili. Tutto ciò accresce la necessità di confrontarsi, di reagire, di trovare soluzioni condivise, in grado di ridare normalità alle nostre società, alle nostre vite".

"Questo appuntamento – aggiunge il presidente del Congresso – continua sulla scia della proficua collaborazione intrapresa negli scorsi anni con i colleghi spagnoli ma anche con grandi esperti da tutto il mondo. Tra i tanti interventi internazionali ci saranno, ad esempio, quello del dott. Germán Castellano Barca dalla Spagna sul tema de "L'adolescente stanco" e quello del prof. Roberto Curi Hallal da Rio de Janeiro su "Cosa resterà del Covid-19". E tantissime relazioni di notevole spessore scientifico sull'endocrinologia, sull'autismo, epilessia e sclerosi multipla, su chirurgia pediatrica, gastroenterologia, epatologia, nutrizione ed ematoncologia. Ma ci soffermeremo anche sul sociale, parlando di solidarietà, delle infezioni del bambino immigrato e del gioco d'azzardo patologico, un fenomeno emergente in età adolescenziale".

"Il Covid – conclude Raiola – avrebbe potuto fermarci ma, in realtà, ci ha spronato a migliorare nel creare un'edizione veramente speciale del Joint Meeting dal quale ne usciremo tutti più arricchiti, professionalmente ed umanamente".

La segreteria organizzativa del Congresso è gestita dall'agenzia Present & Future.