La voglia di riscatto parte dagli studenti calabresi. Caruso, Fallico e Mercuri lanciano l’assemblea degli studenti universitari

Un segnale forte di riscatto dagli atenei calabresi. Per la prima volta tutti gli studenti universitari calabresi uniti per difendere la dignità della nostra Terra, mortificata da quanto sta venendo alla ribalta in questi ultimi tempi. L'idea è quella di unire le forze difronte a questa pericolosa deriva, per dare un contributo attivo, un segnale di speranza. E' tempo di rompere il silenzio e parlare lo stesso linguaggio per cercare di fermare questa "nave" in rotta di collisione. Il momento è grave, non possiamo permetterci divisioni o dispersioni di energie, è giunto il momento di reagire.

Questo è il contenuto della comunicazione che gli studenti hanno pubblicato dalla pagina facebook con la quale si è dato voce all'idea. Nella giornata di ieri i tre rappresentanti del Comitato Regionale di coordinamento delle Università Calabresi Michele Caruso, Vincenzo Fallico e Marco Mercuri hanno lanciato il messaggio, condividendolo, nell'immediato, con i presidenti delle associazioni delle 3 università, affinché si possa dare la massima divulgazione al messaggio e collaborare tutti insieme nell'organizzazione della stessa. L'idea è quella di organizzare un'assemblea generale alla quale sono invitati a partecipare tutti gli studenti, chiamati, ognuno, a dare il proprio contributo per il raggiungimento dell'ambizioso obiettivo.