"Basta umiliazioni", manifestazione di Equità Territoriale il 23 novembre alla Cittadella Regionale

Lunedì il Movimento per l'Equità Territoriale - si legge in una nota - sarà presente alla Cittadella Regionale in occasione dell'arrivo del Ministro Boccia, per manifestare contro quello che il Governo si appresta ad approvare in sede di Finanziaria. A molti sarà sfuggito, a noi no, che altri disegni di legge collegati alla manovra di bilancio, sono inseriti in un pacchetto all-inclusive, e tra questi, il disegno di legge "Disposizioni per l'attuazione dell' autonomia differenziata di cui all'art. 116 comma 3 della Costituzione". In un momento in cui il Governo dovrebbe occuparsi di altro (i progetti del Recovery Fund per esempio, tenendo presente ciò che il Parlamento ha stabilito, ovvero il 70% delle risorse al Mezzogiorno) si torna invece alla carica con la secessione dei ricchi mascherata da autonomia, proprio quando lo stra-potere delle regioni ha dato dimostrazione di essere un ostacolo alla lotta contro la pandemia! Noi non ci stancheremo mai di ripeterlo: non ci può essere autonomia senza la pre-determinazione dei LEP.

Continuare con la spesa storica significa continuare a sottrarre risorse al Mezzogiorno (61 miliardi l'anno) e il risultato è quello che è sotto gli occhi di tutti, dare risorse a chi già ne ha abbastanza a discapito di chi non le ha mai avute. NO LEP, NO AUTONOMIA. E lo grideremo forte lunedì alle 11.00 alla cittadella regionale (tra l'altro il ministro dovrebbe essere d'accordo, poiché da deputato semplice lo gridò anche lui in Parlamento che senza la determinazione dei LEP non si doveva dar luogo all'autonomia).