Coronavirus in Calabria, stanziati altri due milioni per le attività straordinarie legate all'emergenza

CITTADELLA1Nell'ultima riunione della Giunta regionale, che si è svolta ieri presieduta dal presidente facente funzioni, Nino Spirlì, sono stati approvati diversi provvedimenti in materia sanitaria, di istruzione e trasporti.

L'esecutivo, su proposta del presidente f.f. Spirlì, ha destinato ai lavoratori del comparto del servizio sanitario della Regione Calabria una ulteriore dotazione finanziaria di due milioni di euro per il riconoscimento di emolumenti accessori relativi all'espletamento delle attività straordinarie in occasione dell'emergenza da Covid-19. La somma è destinata a integrare le risorse finanziarie statali assegnate alla Regione Calabria con il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, pari a 7.993.950 di euro.

Su proposta dell'assessore al Bilancio, Francesco Talarico, è stata inoltre stabilita una variazione di bilancio che consente di liquidare a circa 5mila famiglie di studenti universitari fuori sede un contributo una tantum di 500 euro finalizzato a dare sostegno alle famiglie calabresi costrette a fronteggiare le difficoltà economiche causate dal lockdown e le limitazioni imposte dall'emergenza Covid-19.

In tema di trasporti, su proposta dell'assessore al ramo, Domenica Catalfamo, la Giunta ha deliberato lo schema di Convenzione tra ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regione Calabria e Ferrovie della Calabria S.r.l. per la realizzazione degli interventi relativi al Decreto n.30 del 01.02.2018 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sulla linea ferroviaria a scartamento ridotto di proprietà regionale che collega le città di Cosenza e Catanzaro, per un importo complessivo di Euro 74.860.000,00.

La Convenzione, che verrà successivamente sottoscritta dalle parti, contiene un piano di investimento per l'utilizzo dei finanziamenti finalizzati a rendere pienamente funzionale con gli attrezzaggi tecnologici di terra e di bordo la tratta ferroviaria che attraversa diversi centri urbani delle aree interne delle due provincie di Cosenza e Catanzaro, in coerenza con le nuove vincolanti esigenze normative in termini di sicurezza del trasporto ferroviario.

Per i tanti piccoli Comuni attraversati, il mantenimento e il miglioramento della linea risultano di vitale importanza, in quanto l'utilizzo del treno rappresenta in molti casi il miglior mezzo di trasporto, anche in termini di tempi di percorrenza, sicurezza ed economicità.

L'investimento verrà governato da Ferrovie della Calabria, Società di proprietà della Regione Calabria, a cui è anche in capo la gestione della stessa linea ferroviaria e del servizio di trasporto. Nel darne notizia si evidenzia come si tratti di un investimento di estrema importanza che consentirà la gestione in sicurezza del trasporto ferroviario sulla linea di Ferrovie della Calabria in particolare nel tratto Catanzaro Cosenza per cui, tra l'altro è in fase di progettazione l'intervento che consentirà di ripristinare la continuità della linea il cui servizio è interrotto oramai da diversi anni.

Approvato, infine, il documento per l'individuazione di interventi non appartenenti alla rete stradale Anas.