Città d'arte, Davi: “Calabria esclusa dai fondi governativi, scelta vergognosa”

«Una politica romana che si dice di sinistra, attenta alle disuguaglianze, vicina agli svantaggiati, che vuole contrastare la criminalità organizzata con la prevenzione l'investimento nella cultura, ma che poi l'unica cosa che sa fare è privilegiare le ricche città del Nord ed escludere la Calabria e il Sud dai finanziamenti dei Beni Culturali per le città d'arte colpite particolarmente dal Covid. Bene, possiamo dire tranquillamente che questa politica del cosiddetto Centro-sinistra fa veramente un po' schifo. Escludere la Calabria poi è un atto criminale. Si vuole annientare la Regione più povera d'Italia. Vergogna!». Lo ha dichiarato il massmediologo e giornalista Klaus Davi, candidato sindaco di Reggio Calabria.

Creato Venerdì, 14 Agosto 2020 15:09