Cutro e Sant'Eufemia d'Aspromonte sciolti per infiltrazioni della 'ndrangheta, Morra: "Comuni ripartano con persone oneste"

Morra Nicola 500"Forse ricorderete che a febbraio il sindaco di Sant'Eufemia, Domenico Creazzo, fu arrestato per scambio elettorale politico-mafioso. Insieme a lui anche il vice sindaco. Un mese prima ci furono degli arresti anche a Cutro, nell'ambito di un'inchiesta della Dda di Catanzaro sulle ingerenze della cosca di 'ndrangheta Grande Aracri sulle attività del Comune. Ebbene, ieri sera il Consiglio dei ministri ha sciolto questi due Comuni calabresi". Lo scrive su Facebook il senatore calabrese del M5S e presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra.

 "A questi Comuni che, come tanti altri comuni soffrono la presenza soffocante della 'ndrangheta - aggiunge Morra - auguro di ripartire secondo i canoni ed i principi della democrazia. Ai loro cittadini auguro di trovare la forza di scegliere i propri amministratori liberamente, votando i programmi migliori e le persone più oneste. Ma con l'impegno della comunità degli onesti, perché se manca tale impegno, se difetta la necessaria determinazione, nessuno potrà sconfiggere la mentalità mafiosa", conclude.