Verso gli Stati generali del mare calabrese, in campo azioni e fondi per la comunicazione e la promozione del settore della pesca

Promuovere e rendere più competitivo il comparto calabrese della pesca. E' la finalità della campagna di comunicazione "Gli stati generali del mare calabrese" che la Regione, attraverso il Dipartimento Agricoltura, Caccia e Pesca e le risorse del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, ha inteso affidare ai Flag, i Fishery local action group, istituzionalmente deputati a promuovere lo sviluppo locale dei territori costieri calabresi. In proposito, sul portale istituzionale www.regiona.calabria.it è disponibile la graduatoria provvisoria delle domande di sostegno a valere sulla misura 5.68 "Misure a favore della commercializzazione" del Feamp, attraverso la quale si intende favorire le attività di comunicazione e promozione finalizzate a consentire una maggiore competitività della pesca e dell'acquacoltura calabresi. «Il nostro obiettivo – commenta l'Assessore regionale ad Agricoltura, Caccia e Pesca, Gianluca Gallo – è favorire lo sviluppo sostenibile di un comparto importantissimo per la nostra regione. Lo facciamo anche con questa iniziativa che si prefigge lo scopo di di richiamare l'attenzione sui nostri mari e sui prodotti ittici locali, da promuovere adeguatamente e con convinzione sui mercati».

Le domande prevenute per "Gli Stati generali del mare calabrese" sono state quattro e sono risultate tutte ammissibili, per un investimento complessivo di 144.000 euro, così da permettere ai Flag di procedere all'organizzazione di due manifestazioni a testa, una per ogni provincia ricadente all'interno dell'area di competenza di ogni singolo Flag. Entro quindici giorni dalla pubblicazione della graduatoria sul sito della Regione Calabria, i partecipanti potranno inviare, esclusivamente a mezzo PEC, all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , l'eventuale domanda di riesame della propria posizione.