“La libertà, Sancio, è uno dei doni più preziosi che i cieli dettero agli uomini… Quindi per la libertà come per l’onore si può e si deve rischiar la vita” - Cervantes – “Don Chisciotte”
HomeCalabriaReggio CalabriaTaurianova (RC), ok della Giunta al Piano per il diritto allo studio....

Taurianova (RC), ok della Giunta al Piano per il diritto allo studio. Il sindaco Biasi: “Nessun trovi scuse per non assicurare i servizi”

Diventa realtà il Piano annuale comunale per il Diritto allo Studio, un atto dovuto che – spesso al centro di polemiche politiche in passato – l’Amministrazione Comunale continua a varare con molto anticipo rispetto all’inizio dell’anno scolastico.

La Giunta riunitasi oggi, coadiuvata dal segretario generale Francesco Minniti, ha approvato la relativa delibera che fissa in 141.801 euro la spesa prevista che il Comune – con fondi propri o attraverso i finanziamenti ottenuti da altri Enti – intende assicurare nei 3 settori di intervento che sostanziano l’esatta garanzia del pieno Diritto allo studio. La copertura dei costi a vantaggio degli alunni disabili, l’assegnazione di un numero congruo di educatori per l’assistenza specialistica nonché l’acquisto per tempo del materiale didattico, sono quindi contemplati nel Piano accogliendo le indicazioni che al settore Welfare del Comune sono arrivate dagli organi scolastici.

Il coordinamento di tali esigenze dei singoli Istituti, curato dall’assessore alla Pubblica istruzione e Politiche sociali, Angela Crea, forma quindi la parte politica di un atto tecnico sempre molto atteso soprattutto dalle famiglie con scolari svantaggiati, e che ora dovrà essere recepito dall’Ambito sociale territoriale di cui Taurianova è Comune Capofila.

«Abbiamo interrotto una consuetudine che era particolarmente disdicevole – commentano in una dichiarazione congiunta il sindaco Roy Biasi e l’assessore Crea – ovvero quella di trovarsi ad anno scolastico iniziato a fare i conti con l’assenza di atti programmatori così importanti, con tutte le sacrosante lamentele che provenivano tanto dalle scuole, quanto dalle famiglie. Continuiamo ad agire, anche in questa materia così delicata per l’esatto patrimonio dei diritti di cittadinanza che vogliamo garantire alle categorie fragile, intervenendo per tempo e senza trascurare nulla, dimostrando ancora una volta quell’efficienza e quella umanità che connotano l’indirizzo amministrativo delle politiche sociali. Con l’atto approvato – concludono Biasi e Crea – ci sono tutte le condizioni anche quest’anno per non dover inseguire l’emergenza, per dare assoluta serenità alle famiglie che mandando i figli a scuola devono poter contare sulla solida alleanza con un Comune che assumendosi le proprie responsabilità è pronto in ogni momento a richiamare quelle degli altri soggetti istituzionali che dovessero trovarsi in ritardo: imponiamo una velocità di marcia sostenuta e pretendiamo che sul tema del Diritto allo studio questo percorso non subisca rallentamenti».

Articoli Correlati