“Mi sono scocciato di sottostare alla legge del vivere civile che ti assoggetta a dire sì senza convinzione quando i no, convintissimi, ti saltano alla gola come tante bolle d’aria” - Eduardo De Filippo
HomeAgoràAgorà CosenzaCosenza: "Premio Lions Castello Svevo" al professore Eugenio Guglielmelli

Cosenza: “Premio Lions Castello Svevo” al professore Eugenio Guglielmelli

Alla presenza di un nutrito pubblico e di diverse autorità civili ed accademiche, il 1° luglio è stato conferito il “Premio Castello Svevo” al prof. Eugenio Guglielmelli, dal prossimo 1° novembre, Rettore dell’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Alla cerimonia di conferimento, presieduta dal Presidente del Lions Club “Cosenza Castello Svevo” Gaetano Liguori, hanno partecipato, prendendo la parola per un cenno di saluto ed apprezzamento, il Sindaco di Cosenza Franz Caruso, il Vice Presidente del Consiglio Regionale Pierluigi Caputo, ed il Presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Cosenza Eugenio Corcione.

Il prof. Guglielmelli, che si è detto felice ed onorato di ricevere il prestigioso riconoscimento, ha quindi tenuto una Lectio Magistralis sul tema “Tecnologie Biomediche e robotiche centrate sulla persona per il benessere, la salute e la sicurezza”, che ha affascinato il pubblico presente.

“Quest’anno, ha ricordato il Presidente Liguori, i Lions, nella scia della tradizione, tornano a premiare un cosentino che, nell’ambito della ricerca scientifica accademica, nello specifico della Robotica ed intelligenza artificiale, ha saputo conquistare una visibilità di livello internazionale.

Il Club, ha continuato Gaetano Liguori, non si limita a riconoscere ed onorare chi opera nel nostro territorio, ma intende anche premiare chi, partendo dalla nostra terra, ha saputo mettere a frutto gli insegnamenti e le conoscenze acquisite in gioventù nella nostra regione, conquistando notorietà e successo professionale ovunque, in Italia come all’estero.

Il Premio Castello Svevo, ha concluso il Presidente, vuole essere sicuramente la celebrazione di un successo personale, ma vuole anche onorare l’impegno al miglioramento sociale della nostra terra, indicando come esempio da seguire coloro che hanno saputo eccellere e quindi essere da sprone alle nuove generazioni. Ai nostri ragazzi noi dobbiamo indicare esempi, storie di successo personale che siano da stimolo per crescere e, rimanendo o ritornando in Calabria, rendere la nostra regione migliore ed impreziosirla.

Questo è uno degli scopi più importanti che il Lions Club International persegue: investire sui giovani fornendo loro occasioni di crescita di conoscenze e competenze, ma anche indicando a mo’ d’esempio, figure di riferimento e storie di successo, per incoraggiarli e spronarli all’impegno ed alla crescita: di questo hanno bisogno i nostri ragazzi. Esempi da seguire, figure come quelle di Eugenio Guglielmelli”.

Articoli Correlati