“Mi sono scocciato di sottostare alla legge del vivere civile che ti assoggetta a dire sì senza convinzione quando i no, convintissimi, ti saltano alla gola come tante bolle d’aria” - Eduardo De Filippo
HomeFronte del palcoFronte del palco CatanzaroLo spettacolo "L'Altro Mozart" al Teatro Grandinetti di Lamezia Terme per i...

Lo spettacolo “L’Altro Mozart” al Teatro Grandinetti di Lamezia Terme per i progetti educational di AMA Calabria

Proseguono anche oggi (giovedì 28 aprile) presso il Teatro Grandinetti alle ore 10,30 gli appuntamenti promossi da AMA Calabria nell’ambito del suo progetto educational teso alla formazione di nuovo pubblico teatrale e rivolto agli allievi degli istituti comprensivi della città. Con entusiasmo hanno aderito alla proposta le dottoresse Margherita Primavera, Anna Primavera, Fiorella Careri, Daniela Quattrone, Rosanna Bilotti, Teresa Bevilacqua rispettivamente dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi Don Bosco, Manzoni – Augruso, Sant’Eufemia, Gatti, Nicotera – Costabile, Perri – Pitagora, che con i referenti di settore professoresse Francesca Volpe, Luna Renda, Maria Antonietta Torchia, Simona Isabella hanno coinvolto circa 100 studenti.

Sul palcoscenico del Teatro Grandinetti va in scena L’Altro Mozart itinerario narrativo-musicale, su testi di Alessia Todeschini e sulle note di Marco Marzi e di Mozart, l’enfant prodige salisburghese.
Nico, pronipote di Wolfgang (di 10a generazione), si trova a non amare la musica a causa di esperienze non molto positive in questo campo: esperienze pregresse lo hanno indotto a mettere un muro tra la sua vita e l’arte dei suoni! E Mozart? È il suo peggior incubo! Si sente incapace, inferiore e non in grado di accostarsi allo studio di tale arte. Ma, come nelle più belle favole, ecco che per magia, appare Mozart: si accattiva l’amicizia e la simpatia di Nico; facendo leva sui suoi racconti (spesso incentrati sulla sua goffaggine e sulle difficoltà incontrate), lo conquista, gli infonde coraggio, e piano piano lo attira con sé nel bellissimo mondo della musica, perché ne possa assaggiare il sapore. Alla fine, Mozart, scompare, lasciando Nico, lasciando questo mondo, per ritornare ad occupare il ruolo che, la memoria collettiva, fin da sempre gli ha assegnato: quello di essere uno dei musicisti più geniali e creativi che la storia della musica abbia mai avuto.

Ad interpretare la piece musical-teatrale l’ensemble strumentale dell’Orchestra La Grecia composto dal percussionista Antonio Argantino, dal clarinettista Vincenzo Virgillo, dal trombonista Danilo Giampà, dalla flautista Veronica Romeo, dall’oboista Beatrice Spinelli, dal fagottista Rocco Stranieri, dal tubista Tommaso Cristofaro, dal cornista Francesco Servidone e dal trombettista Francesco Tropea e diretto da Ferruccio Messinese cui si è aggiunta, in qualità di voce narrante, Giulia Pollice.

Articoli Correlati