“Gli errori sono allegri, la verità è infernale” - Albert Camus
HomeCelluloide"Askòs, il canto della Sirena" di Antonio Martino in concorso al Firenze...

“Askòs, il canto della Sirena” di Antonio Martino in concorso al Firenze Archeofilm

Il documentario Askòs, il canto della Sirena di Antonio Martino, prodotto da Lago Film in collaborazione con Solaria Film e con il sostegno della Fondazione Calabria Film Commission è in concorso alla VI edizione del Firenze Archeofilm 2024.

Dopo il successo al Festival della Comunicazione e del Cinema Archeologico, che gli è valso il premio come miglior documentario, Askòs arriva a Firenze per raccontare l’incredibile storia di un prezioso reperto archeologico trafugato, l’Askòs di Murge, e dell’azione dei Carabinieri nel Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza, che per lunghi anni ne ha seguito le tracce per recuperarlo infine presso il Paul Getty Museum di Malibù e riportarlo così nella sua casa natia, l’antica Kroton. Attraverso la storia di quattro personaggi legati a vario titolo al ritrovamento dell’Askòs, il documentario di Antonio Martino ci porta all’interno del mondo sommerso dei tombaroli, indagando, inoltre, sulla complessa situazione archeologica della Calabria e della provincia di Crotone e mettendo in luce le motivazioni, spesso nascoste, che hanno portato a un continuo deturpamento del territorio e a una cultura di trafugamento di reperti, denunciando come un’area di altissimo interesse archeologico sia stata abbandonata negli anni a sé stessa.

Il documentario sarà proiettato giovedì 7 marzo in Sala Grande presso il Cinema “La Compagnia” di Firenze.

Articoli Correlati