“Mi sono scocciato di sottostare alla legge del vivere civile che ti assoggetta a dire sì senza convinzione quando i no, convintissimi, ti saltano alla gola come tante bolle d’aria” - Eduardo De Filippo
HomeCalcioReggina, finita l'asta: la Fenice si aggiudica il marchio con 125.000 euro

Reggina, finita l’asta: la Fenice si aggiudica il marchio con 125.000 euro

12:42 – L’offerta più alta è quella della Fenice, con 125.000 euro. Gli altri competitor non hanno proceduto a rialzi. I beni materiali ed immateriali della Reggina vanno alla Fenice.

12:33 – In realtà, solo adesso il g.d. Stefano Cantone sta aprendo le buste con le offerte iniziali.

12:08 – Le tre delegazioni di Palazzo San Giorgio, Bandecchi e Fenice sono tutte entrate dall’ingresso secondario, saltando l’anticamera. L’asta si può dire iniziata.

12:02 – Il primo cittadino Giuseppe Falcomatá ha rilasciato una breve dichiarazione, quando manca poco all’ ingresso per l’inizio dell’ asta: “L’ultima volta non c’era stata neanche un’asta. Se apriremo una strada? Di questo se ne occupa chi fa parte del mondo del calcio. Le dichiarazioni di Bandecchi? Non le ho prese male. Dobbiamo riportare calma e tranquillità. Non dobbiamo esasperare gli animi. Se siamo qui, è perché c’è interesse a fare calcio nella nostra città. Quando Bandecchi verrà a Reggio, sarò contento di incontrarlo”.

11:50 – Il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatá ed il delegato allo sport Giovanni Latella rappresenteranno il Comune di Reggio Calabria all’asta per i beni materiali ed immateriali della Reggina. Sono arrivati al quarto piano del Ce. Dir. assieme a Stefano Perri, responsabile comunicazione della Città Metropolitana, ed all’avvocato Gatto. Prima di entrare nell’ufficio di presidenza, hanno preferito sostare nell’ androne opposto rispetto a quello in cui si è accomodata La Fenice. Medesima scelta per la delegazione di Bandecchi.

11:47 – Una nutrita delegazione della Fenice Amaranto, con in testa il dg Antonino Ballarino, è giunta presso l’ufficio di presidenza.

11:06 – Paolo Tagliavento, uomo di fiducia di Stefano Bandecchi proprietario di UniCusano, è arrivato presso la sede dell’ asta. Ad accompagnarlo, gli imprenditori reggini Salvatore Maio e Jo Scuncia.

09:54 – In via eccezionale, l’asta si terrà all’interno dell’ ufficio di presidenza della sezione civile. Inizialmente, era programmata nella stanza del g.d. Stefano Cantone.

di Paolo Ficara – Da dieci lunghi anni, seguendo le sorti della Reggina, siamo costretti a frequentare più il Centro Direzionale di Reggio Calabria – sede del Tribunale – che i campi d’allenamento. Questo mercoledì 29 maggio è il giorno più importante di tutti questi anni. Il giorno in cui si potrebbe mettere un punto definitivo alle vicende extracalcistiche.

A mezzogiorno avrà luogo l’asta per i beni materiali ed immateriali della Reggina 1914, dichiarata fallita a fine marzo. Il giudice delegato, dottor Stefano Cantone, ha fatto ingresso nella propria stanza intorno alle ore 9:00, in attesa della pratica col numero di offerte in busta chiusa. Aggiornate questa pagina, in particolare a partire dalle 11:30, per vivere insieme al Dispaccio i momenti salienti di una lunga mattinata.

Articoli Correlati