“Se avete preso per buone le «verità» della televisione, / anche se allora vi siete assolti / siete lo stesso coinvolti” - Fabrizio DeAndrè, Canzone del maggio, n.° 2
HomeCalabriaCosenzaLa Cgil di Cosenza discute di Home Care Premium

La Cgil di Cosenza discute di Home Care Premium

Nei giorni 6 e 7 giugno, presso la struttura della CGIL di Cosenza, si è svolto un importante corso di formazione sul progetto Home Care Premium. L’iniziativa è stata organizzata dalla CGIL di Cosenza in collaborazione con l’INPS, con l’obiettivo di promuovere e diffondere il progetto che mira a tutelare le persone più fragili attraverso un programma di assistenza domiciliare di alta qualità. Il corso è stato tenuto dalla dottoressa Emilia Bruni, responsabile del progetto presso la sede INPS di Cosenza, da Loris Pesce, direttore provinciale del patronato INCA CGIL e Luca Cascardi, Responsabile CAAF. Il coordinamento dell’evento è stato affidato a Teresa Cavaliere, segretaria della CGIL con delega ai servizi e a Francesco De Simone, responsabile del dipartimento formazione della CGIL. Durante le due giornate i partecipanti hanno avuto l’opportunità di approfondire le tematiche legate al progetto Home Care Premium, che rappresenta una risorsa fondamentale per l’assistenza domiciliare delle persone più vulnerabili della nostra comunità. La formazione ha permesso di acquisire competenze specifiche per garantire un servizio di qualità e rispondere alle esigenze degli utenti in modo efficace e tempestivo. Un sentito ringraziamento è stato rivolto alla dottoressa Emilia Bruni per la sua preziosa partecipazione, al direttore provinciale Angelo Maria Manna ed a Giuseppe Greco dell’INPS regionale per il loro sostegno e collaborazione nel rendere possibile questa iniziativa formativa. L’impegno della CGIL di Cosenza nel promuovere il progetto Home Care Premium si inserisce in un contesto più ampio di tutela dei diritti e dei bisogni delle persone fragili, offrendo un supporto concreto attraverso servizi di alta qualità. L’obiettivo è quello di estendere ulteriormente la conoscenza e l’applicazione di questo programma, per garantire un futuro migliore e più sicuro alle persone assistite.

Articoli Correlati