“Mi sono scocciato di sottostare alla legge del vivere civile che ti assoggetta a dire sì senza convinzione quando i no, convintissimi, ti saltano alla gola come tante bolle d’aria” - Eduardo De Filippo
HomeCalabriaCosenzaBuoni libro, l'Amministrazione comunale di Cosenza rassicura: "Sarà rimborsato l'intero importo"

Buoni libro, l’Amministrazione comunale di Cosenza rassicura: “Sarà rimborsato l’intero importo”

“Con riferimento al rimborso dei buoni libro per l’anno scolastico 2021/2022, su cui si sta registrando un ingiustificato allarme da parte dei genitori degli alunni aventi diritto, l’Amministrazione Comunale di Cosenza rassicura gli interessati – si legge in una nota – che sarà rimborsato l’intero importo indicato sul buono e, al fine di scongiurare ulteriori equivoci, fa chiarezza sulla tempistica.
Il buono libro ricevuto  dalla segreteria scolastica dovrà essere consegnato alla libreria dove sono stati acquistati i libri. Questa non è però obbligata a rimborsare immediatamente la somma spesa per l’acquisto dei libri di testo. L’obbligo scatta a seguito della liquidazione, da parte del Comune, della relativa fattura emessa dalla libreria. Come avvenuto per il passato anno scolastico, la libreria non può emettere fattura per ogni buono libro ricevuto, ma attenderà di raccogliere tutti o, comunque, un significativo numero dei buoni corrispondenti ai libri forniti, per poter emettere una singola fattura (al massimo due) che dovrà, poi, trasmettere al Comune per la successiva liquidazione”.

“Poiché le famiglie degli studenti interessati hanno tempo fino al 31 maggio per consegnare i buoni alle librerie, – conclude la nota – ne deriva che il Comune riceverà le fatture nel prossimo mese di giugno e solo successivamente potrà liquidarle.
Dal canto loro, le librerie avranno l’obbligo di provvedere al rimborso alle singole famiglie degli studenti interessati soltanto dopo che il Comune avrà liquidato loro quanto fatturato.
Per quanto riguarda, infine, l’importo del buono libro, che quest’anno è sensibilmente inferiore rispetto a quello degli anni passati, si precisa che ciò è motivato da una riduzione di circa 20 mila euro del contributo erogato dalla Regione e dal contestuale aumento di 53 unità degli studenti aventi diritto e non per volontà dell’Amministrazione Comunale”.

Articoli Correlati