“Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza” - Benjamin Franklin
HomeAgoràAgorà CosenzaA Cosenza la mostra "Scintille di Luce": Scintille celebra 60 anni di...

A Cosenza la mostra “Scintille di Luce”: Scintille celebra 60 anni di Gerardo Sacco tra cinema e alta gioielleria

L’azienda Scintille di Cosenza è lieta di annunciare la mostra “Scintille di Luce: 60 Anni di Gerardo Sacco tra Cinema e Alta Gioielleria”, un affascinante viaggio nel tempo e nell’arte che celebra i 60 anni di attività di Gerardo Sacco, maestro orafo calabrese di fama internazionale.
Dal 14 al 21 giugno 2024, la show-room principale dell’azienda, in via Montesanto 119 a Cosenza, si trasformerà in un palcoscenico d’eccezione, dove storia, cultura e cinematografia si intrecciano indissolubilmente. Un’occasione unica per ammirare da vicino la bellezza e la preziosità delle creazioni di Gerardo Sacco, un artista che ha saputo coniugare tradizione e innovazione, contribuendo a fare della Calabria un punto di riferimento di eccellenza nel panorama della gioielleria internazionale.
Da trent’anni il cav. Sergio Mazzuca e il maestro Gerardo Sacco hanno condiviso un lungo percorso insieme. Una profonda stima ma soprattutto amicizia. “Celebrando i 60 anni di carriera di Gerardo Sacco – dichiara Sergio Mazzuca – sento un’emozione profonda e un orgoglio immenso. Gerardo non è solo un maestro orafo, è un visionario che ha trasformato quell’arte in un linguaggio universale di bellezza e passione. La sua maestria e creatività brillano come un faro di eccellenza, per la Calabria e per il mondo intero. Questa mostra è molto più di un tributo: è un viaggio emozionante nel cuore dell’arte e della cultura, un’esperienza che, sono certissimo – conclude Mazzuca – continuerà a ispirare e incantare generazioni future. Gerardo, con la tua arte hai toccato le nostre anime e reso eterno ogni istante, grazie per averci donato tanta bellezza.”
Al centro della mostra, la straordinaria collaborazione tra Gerardo Sacco e il maestro Franco Zeffirelli. I visitatori potranno ammirare da vicino i costumi di scena originali impreziositi dai gioielli realizzati dall’orafo calabrese per film indimenticabili come “Il Giovane Toscanini”, “Amleto” e “Don Carlo”. Diventare spettatori di questo connubio artistico significa rivivere la magia del cinema e celebrare il genio creativo di due grandi maestri italiani.
Oltre al tributo con Zeffirelli, la mostra metterà in luce l’eccellenza della produzione orafa di Gerardo Sacco nel corso dei decenni. Un’esposizione curata nei minimi dettagli, che presenterà al pubblico gioielli che hanno segnato la storia dell’arte orafa degli ultimi 60 anni. Vere e proprie opere d’arte, che racchiudono in sé la maestria artigianale di Sacco, la sua profonda conoscenza della tradizione mediterranea e la sua continua ricerca di innovazione.
Ogni creazione è realizzata con i materiali più pregiati, oro, argento, corallo e pietre preziose, lavorati con cura meticolosa e attenzione ai dettagli. La maestria degli artigiani orafi di Gerardo Sacco si esprime in ogni singolo pezzo, rendendolo un’opera d’arte unica e preziosa.
I gioielli Gerardo Sacco non sono solo dei semplici ornamenti, ma vere e proprie opere d’arte, capaci di raccontare storie e suscitare emozioni. Ogni creazione racchiude in sé la passione, la creatività e l’esperienza di un maestro orafo che ha fatto della sua arte una forma di espressione unica e inimitabile.
I gioielli Gerardo Sacco sono apprezzati in tutto il mondo e rappresentano l’eccellenza del Made in Italy. Un’eredità preziosa che viene tramandata di generazione in generazione, portando avanti la passione per l’artigianato orafo e la bellezza senza tempo dei gioielli italiani.

Articoli Correlati