Sport
 

Atletica, campionati italiani individuali master: nuovi record regionali di categoria

Arezzo, per la terza volta negli ultimi cinque anni, ha ospitato i campionati italiani individuali master nel weekend dal 9 al 11 ottobre us.

E' stata l'unica manifestazione in pista riservata agli over 35 in questo periodo di covid-19 ed ha visto grandi cifre di partecipazione con più di 1500 atleti iscritti e con una presenza pari a 3000 atleti/gara. Tre giorni intensi di gare allo stadio Enzo Tenti che ha visto in pista e pedane numerosi atleti calabresi.

Medaglia d'argento per il marciatore catanzarese Alfieri Edoardo M60 del CS Giovanile che con il tempo di 27.12.75 alle spalle di Patrizio Donati della Kronos Roma. Bissa l'argento dello scorso anno nella stessa specialità al femminile Saveria Sesto F60 (Lib.Atl.Lamezia) con un crono di 33.36.35

Argento anche per Luca Chiodo M45 della Fiamma Atl.Catanzaro sui 3000 siepi con il tempo di 10.51.47 che ritocca il suo fresco primato regionale di categoria stabilito a settembre scorso a Roma.

Esordio in questa competizione master per Francesca Paone (F.Atl.Catanzaro) categoria F35 che ottiene un argento nei 5000 metri con 18.07.55 ed un bronzo sui 1500 metri con 4.59.48 e migliora in entrambe le gare il primato regionale di categoria.

Il lanciatore reggino Giuseppe Ammendola M75 dell'Atletica Amatori Reggio ottiene due medaglie, l'argento nel lancio del giavellotto con metri 21.68 ed il bronzo nel martello con maniglia corta con metri 9.73 metri. Completa poi con un quarto posti nel lancio del disco con 23.34 metri ed ottavo nel lancio del martello con metri 24.80.

Esordio anche per la reggina Carla Rappocciolo (Atl.Sciuto) nei 400 metri F45 che si migliora a 1.08.16 ottenendo il nono posto.

Il cosentino Enrico Tucci in forza alla Tiger Running Club è sceso in pista sui 5000 metri ottenendo un buon 22.29.75 e migliorandosi a 5.57.57 nella gara dei 1500 metri.

Altri atleti calabresi in forza a società di altra regione si sono distinti in questi campionati: il cosentino Vincenzo Felicetti M70 della Road Runners Milano si aggiudica facilmente sia i 400 metri con il tempo di 1.04.34 sia i 200 metri con il tempo di 28.01, nonostante una ridotta preparazione. Ritorno in pedana per il lanciatore reggino degli anni 90 Raffaele Tomaino dell'Atletica Ambrosiana di Milano che fa suoi i titoli italiani della categoria M55 nel lancio del martello con 48.50 e nel lancio del martello con maniglia corta con metri 16.71

Primo titolo e tanta gioia per la lametina Alessandra De Robertis (Atl.Canavesana Torino) nell'eptathlon categoria F45 con 4.077 punti ed arrivando ai personal best anche nelle gare componenti degli 80 ostacoli, 200, peso e lungo.

La reggina Giusy Lacava dell'Assi Giglio Rosso Firenze nella categoria F50 si aggiudica il titolo sui 300 ostacoli con 54.89 e nella staffetta 4x400, due argenti sugli 80 ostacoli con 15.32 e sui 200 metri con 30.26, un bronzo nella 4x100 ed un quinto posto sui 400 metri con 1.09.45.

Infine la palmese Teresa Latella tesserata per la Podistica Messina ottiene due quinti posti sui 400 metri con 1.06.00 e sugli 800 metri con 2.48.99

Sabato 17 ottobre, nell' ultima manifestazione riservata ai soli lanci, Riccardo Ferrara del Cus Palermo in questo finale di stagione ha sparato gli ultimi "botti" nel lancio del peso e nel lancio del disco con gli attrezzi degli assoluti.

Dapprima una bordata col peso da 7.260 kg a 18 metri e 41centrimentri che gli consente, oltre al personal best ,di collocarsi al sesto posto delle liste italiane assolute e di stabilire il record siciliano juniores.

Carico del risultato, dopo un'ora nella pedana del lancio del disco, Riccardo scaglia l'attrezzo da 2 kg a 54 metri e 12 centimetri migliorando di quasi due metri il proprio personale. Il lanciatore reggino, allenato dal tecnico specialista Franco Raneri ha tutte le carte in regola per un ulteriore exploit nelle due specialità.

La scuola lanci reggina sforna, come da tradizione, diversi talenti ed altri risultati di valore si sono registrati con l'allievo Rappoccio Vitaliano (Atl.Olympus) ancora una volta con un lancio migliore nel peso sopra i 15 metri, 15.01 per l'esattezza e 43.39 metri nel disco.

Anche l'altro allievo Davide Franco (Atl.Olympus), seguito da Mimmo Pizzimenti, nel martello con 5 kg registra una prestazione sopra i 60 metri (61.79)

Da tenere d'occhio il cadetto dell'Atl.Olympus Marco Caccamo che si migliora nel peso da 4 kg con un lancio di 14.55 metri e nel disco fa atterrare l'attrezzo a 34,23.

Altri risultati di rilievo da registrare sono il 49,93 di Riccardo Lavino (Atl.Barbas) nel lancio del giavellotto assoluto e Sebastiano Zuccalà (Atl.Barbas), categoria ragazzi, nel lancio del peso con 11 metri e 70 centimetri.

La pesista del Cus Perugia Monia Cantarella si diletta nel martello lanciando a 43,64 con alle spalle la messinese Simona Mangano (Atl.Villafranca) a 31,35 seguita durante gli allenamenti al campo di Reggio da Mimmo Pizzimenti.