Reggio Calabria
 

Italo Bocchino a Reggio, duro attacco di Angela Napoli: "Qui per accontentare il suo amico Scopelliti"

napoli angela"Non conosco l'intento della odierna visita in Calabria, mai comunicatami, del vice presidente di FLI, on. Italo Bocchino, ma se c'è la voglia di rilanciare il Partito, respingo con forza il metodo e la strategia". Attacco durissimo della Coordinatrice Regionale di Futuro e Libertà, Angela Napoli, a uno dei personaggi principali del partito, Italo Bocchino, che oggi sarà in città per partecipare a un incontro sul tema dei trasporti: "Futuro e Libertà è nato, condividendo il progetto del Presidente Fini, per riportare una ventata di innovazione nella vecchia ed insalubre politica, più che mai "malata" in Calabria – continua Angela Napoli - oggi l'on. Bocchino, lasciandosi blandire da "personaggi" che usano la politica solo a scopo "carrieristico", viene in Calabria in fondo solo ed esclusivamente per accontentare coloro, e tra questi il suo amico Scopelliti, che sono alla ricerca di alleanze per riportare il FLI nella casa dalla quale siamo usciti sbattendo la porta".

A scatenare il nervosismo di Angela Napoli è, soprattutto, la mancata comunicazione della presenza di Bocchino a Reggio Calabria, ma non solo. A dire della parlamentare, da sempre impegnata nelle lotte per il rispetto della legalità, Bocchino dovrebbe concentrarsi su tematiche molto più serie: "Se la visita, ribadisco mai comunicatami, non avesse altri "scopi", l'on. Bocchino avrebbe dovuto calarsi nelle reali problematiche che investono il comune cittadino calabrese e comprendere che è privo di senso parlare solo di riforma elettorale in una città come Crotone, sulla quale pesa la cappa della disoccupazione e delle emergenze ambientale, sanitaria, viaria, turistica, dell'emigrazione, dei trasporti e della criminalità organizzata. Così come l'on. Bocchino avrebbe dovuto essere informato che la città metropolitana di Reggio Calabria è "al collasso", a riprova del fallimento del tanto decantato "modello Reggio", ed ha in atto una commissione d'accesso al Comune dove si registrano 120 milioni di deficit, senza, tra l'altro, vedere ancora approvati i conti consuntivi 2010, 2011".

L'intervento di Angela Napoli si conclude con un passaggio durissimo su uno dei parlamentari più in vista del partito fondato da Gianfranco Fini: "Non so e non voglio sapere da chi riceva "ordini" l'on. Bocchino per non essere accompagnato nella sua visita in Calabria dall'unica parlamentare FLI regionale, la quale ha l'orgoglio di aver sempre svolto la propria attività politica opponendosi "al puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguità e della complicità". Sento di fare un ultimo richiamo all'on. Bocchino ed ai suoi "accompagnatori": non esistono solo la camorra dei "casalesi" e le sue collusioni con i politici in Campania; in Calabria c'è la 'ndrangheta con le sue numerose collusioni politiche ed imprenditoriali, per come comprovato dalle note pluri inchieste giudiziarie".