Reggio Calabria
 

Green pass, situazione "sotto controllo" al porto di Gioia Tauro: tamponi gratuiti per i lavoratori senza vaccino

GIOIA TAURO-PORTOMed Center Container Terminal ha annunciato che, a partire da domani, allo scopo di disinnescare eventuali problematiche, metterà a disposizione tamponi gratuiti per due settimane per i dipendenti che non hanno effettuato il vaccino. E' quanto ha reso noto il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno e Jonio Meridionale di Gioia Tauro, Andrea Agostinelli nel corso di una riunione del Comitato per l'igiene e la salute. Una scelta che va nella direzione di annullare ogni eventuale protesta o caos, in linea anche con le richieste delle organizzazioni sindacali. Anche per questo, probabilmente, non si prevedono disordini o blocchi nel più grande porto di import ed export italiano dove, tra i portuali, la percentuale di lavoratori senza il green pass registra un numero in linea con la media nazionale.

I controlli, come prevede il D.L. del 21 settembre scorso, scatteranno stanotte intorno all'una, quando nel grande terminal calabrese si avvierà il primo turno di lavoro. Saranno gli uomini della Port Security ad effettuare i controlli sulla certificazione verde. Unica incognita potrebbe essere una possibile azione da parte degli autotrasportatori.

"Si è appena concluso, - si legge in una nota diffusa dall'Autorità - in modalità digitale, il Comitato di igiene e sicurezza, convocato dal presidente dell'Autorità di Sistema portuale die Mari Tirreno Meridionale e Ionio, Andrea Agostinelli, a cui hanno preso parte i rappresentanti delle sigle sindacali di settore (Cgil – Cisl – Uil) il terminalista MCT, le aziende portuali e il medico dello Spisal.

Nel corso della riunione è stata accertata la disponibilità del Terminalista di farsi carico della campagna tamponi a favore di quei dipendenti portuali che non sono in possesso di green pass.

Nel contempo, Agostinelli, nel dare la disponibilità logistica a sostegno dell'organizzazione della campagna, ha voluto conoscere il numero delle persone che, da una recente indagine effettata dal Terminalista, hanno dichiarato di non essere vaccinati. Al momento sono risultate solo 12 persone, ma è chiara la convinzione che il reale numero potrebbe risultare superiore.

Si tratta, comunque, di una situazione che risulta essere sotto controllo, in quanto è ferma la convinzione del Terminalista di andare incontro alle esigenze di quei lavoratori non vaccinati attraverso la messa a disposizione dei tamponi gratuiti".

A conclusione dell'incontro, - prosegue la nota - Agostinelli si è rivolto ai rappresentati sindacali, affinché continuino a sensibilizzare i lavoratori circa l'opportunità di vaccinarsi o, comunque, di rispondere positivamente alla campagna tamponi. "Credo – ha concluso – che, nel rispetto della normativa sanitaria vigente, la produttività del porto di Gioia Tauro, primo scalo di trasnhipment d'Italia, debba essere salvaguardata; nel caso contrario ne risentirebbe pesantemente l'economia regionale e non solo. Troverei paradossale che i lavoratori portuali di Gioia Tauro, che hanno garantito lavoro e impegno durante il periodo durissimo del lock-down, non salvaguardassero oggi la propria salute e quella dei propri compagni di lavoro".