Reggio Calabria
 

[FOTOGALLERY] Giuseppe Conte a Reggio Calabria per Amalia Bruni: "Votate i progetti, non l'amico dell'amico. Fondamentale spendere bene risorse Recovery Fund"

conte e bruni regginodi Walter Alberio - Piazza de Nava piena per Giuseppe Conte ed Amalia Bruni a Reggio, altra tappa nella due giorni in Calabria del leader del Movimento Cinque stelle, in vista delle elezioni regionali del 3 e 4 ottobre.

L'ex premier ha lanciato la candidatura a governatore della scienziata, nata sull'asse Pd-M5S: "Amalia Bruni, che dirige un centro di eccellenza nel campo della neurologia, non è una politica. È una persona che ha raggiunto l'eccellenza qui, dove la sanità mediamente è disastrata. Questo vuol dire che ha della qualità forti". Le qualità giuste per mettere in campo, a detta di Conte, le soluzioni migliori anzitutto in campo sanitario. Per fare questo, però, bisognerà intervenire su quelle criticità che lo stesso ex premier ha definito "strutturali": "Dobbiamo porre una linea chiara sulla sanità, sul commissariamento e sulla voragine del debito" ha aggiunto.

Ampio spazio è stato dato al capitolo Pnrr e alle risorse europee straordinarie che arriveranno per il rilancio del Paese. "Qui partiranno tanti cantieri. Sta arrivando una dote significativa attraverso i 230 miliardi del Recovery Fund. Grazie a me? Con questo non abbiamo risolto il problema", ha risposto ai suoi 'aficionados'. "Questi soldi - ha aggiunto Conte- vanno spesi bene. È un grande opportunità da non sprecare, altrimenti saremo responsabili davanti ai nostri figli e ai nostri nipoti. Ecco perché è importante scegliere bene il prossimo governo regionale".

E tra gli obiettivi elencati c'è lo sviluppo del porto di Gioia Tauro, visitato proprio questa mattina dall'ex capo di Governo. "Nel Conte I c'erano 300 lavoratori a un passo dal licenziamento e una Autorità portuale commissariata. Adesso abbiamo lavoratori in sicurezza e un presidente nel pieno delle sue funzioni. Ma - ha proseguito Conte - a Gioia Tauro c'è un retroporto che può sviluppare attività economiche per centinaia di lavoratori e di famiglie. Bisogna lavorarci, senza fare proclami. Se si trovasse nel Nord Europa, questo porto sarebbe il primo nel continente. Nessuno ha quella profondità dei fondali e quelle infrastrutture tecnologiche".

Transizione Ecologica e transizione digitale, infrastrutture, asili nido, scuola e ricerca. Sono alcuni dei temi accennati da Conte, che alla piazza ha detto: "Votate per i progetti e per la credibilità dei progetti, non per l'amico dell'amico. Noi non abbiamo nessun rapporto organico con lobby o gruppi finanziari. Siamo liberi. Possiamo parlare con chiunque e possiamo sbagliare, ma portiamo avanti solo i progetti più convenienti per la comunità. Tutto nel segno dell'anticorruzione, dell'antindrangheta e dell'antimassoneria deviata" ha concluso l'ex presidente del Consiglio.

Alla fine del comizio, anche una breve contestazione da parte di alcune persone, note per le manifestazioni antilockdown con ReOpen Italia.