Reggio Calabria
 

"Terra Mia" riparte da San Luca, il docufilm di Ambrogio Crespi sarà presentato in Piazza della Resistenza

Il 27 luglio alle 21:00 in Piazza della Resistenza il regista Ambrogio Crespi presenterà la sua opera ai cittadini con la presenza dei protagonisti della pellicola, tra cui: Klaus Davi, giornalista; Don Luigi Merola, parroco anticamorra e fondatore de "A voce d'e creature"; Benedetto Zoccola, testimone di giustizia; Cosimo Sframeli, tenente dell'Arma dei Carabinieri; Mimma Cacciatore, preside coraggio; Michele Inserra, giornalista; Augusto Di Meo, testimone di giustizia; Vincenzo Chindamo, fratello di Maria Chindamo uccisa dalla 'ndrangheta nel 2015; Deborah Cartisano, referente "Libera" per la Locride e figlia di vittima della 'ndrangheta; Gennaro Migliore, deputato Italia Viva e già sottosegretario della Giustizia e membro della commissione antimafia; Francesco Storace, vicedirettore de Il Tempo; Gian Marco Chiocci, direttore dell'AdnKronos; Sandro Gozi, europarlamentare; Andrea Nicolosi, avvocato; Luigi Crespi, autore del film, e il sindaco Bruno Bartolo che ha patrocinato l'evento.

San Luca viene ricordata alle cronache per la faida tra famiglie della 'ndrangheta iniziata nel lontano 1991 e per la strage di Duisburg.

Nel film, Ambrogio Crespi - si legge in un comunicato stampa - ha voluto percorrere un viaggio per raccontare il riscatto di un territorio che non si piega e non abbassa la testa, ma che anzi, grazie al coraggio di uomini e donne di grande valore riesce a riportare la legalità al centro della vita sociale, combattendo contro una delle più feroci organizzazioni criminali del mondo.

"Attraverso le testimonianze dirette di chi vive e combatte in prima linea questa battaglia, Terra Mia diventa un manifesto di come con coraggio si possa riuscire a sconfiggere la vigliaccheria della mafia, della camorra e dell'ndrangheta, che trovano nella violenza, nell'ignoranza e nella paura il terreno fertile per costruire il loro impero del male" dichiara Crespi.