Reggio Calabria
 

Reggio Calabria, il consigliere De Biasi gli iscritti all'Aistom: "Disagi per ottenere i propri diritti"

"Ho avuto modo di confrontarmi con gli iscritti all'Aistom (Associazione Italiana Stomizzati) e ho potuto, purtroppo, toccare con mano quante sofferenze e disagi, oltre le problematiche fisiche portate dalla malattia, queste persone debbano affrontare anche sotto il profilo burocratico per ottenere i propri diritti, ossia la consegna dei presidi essenziali che consentano loro di vivere in maniera dignitosa". 

E' quanto afferma in una nota Giuseppe De Biasi, capogruppo della Lega nel Consiglio comunale di Reggio Calabria.

"Disservizi - prosegue - causati dall'Asp di Reggio Calabria, che fornisce sempre in ritardo le apposite sacche. Una porzione di comunità che, per ovvie ragioni, vive in una condizione complicata non solo dal punto di vista sanitario, ma anche lavorativo e sociale: già è pesante convivere con amputazioni dell'apparato gastrointestinale o urinario, ma in più, nell'anno 2021, viene negato il diritto più importante di tutti, quello alla salute.

Gli stomizzati, giustamente, hanno manifestato la loro amarezza e rabbia nel registrare le scuse degli operatori sanitari in risposta alle loro istanze, sebbene questi ultimi non abbiano colpe per lo status quo.

Però, senza alcun dubbio, le responsabilità dell'Asp non possono ricadere sui malati, che molto spesso, si vedono costretti ad acquistare i presidi in farmacia con un aggravio di spesa non indifferente.

Inoltre, una sacca al giorno non è assolutamente sufficiente. Bisogna mettere in campo tutti gli strumenti a nostra disposizione per tutelare questi concittadini e permettere loro, pur con tutte le difficoltà del caso, di poter vivere in un'aurea di normalità.

Per quanto mi riguarda, in riferimento al mio ruolo, mi farò portavoce delle loro necessità, non più procrastinabili", conclude De Biasi.