Reggio Calabria
 

Oppido Mamertina: ecco il Premio Letterario "Saverio Italiano"

Le Associazioni Culturali Roubiklon di Lubrichi (RC) e Geppo Tedeschi di Oppido Mamertina (RC), rispettivamente presiedute da Rocco Polistena e Maria Frisina, istituiscono il Premio Letterario "Saverio Italiano", nel ricordo del compianto docente ed intellettuale deliese, scomparso il 21 giugno dello scorso anno.

Nel riconoscimento del considerevole lascito culturale che Saverio Italiano ha elargito alla Calabria, terra che ha alimento in lui la confessione di storico, di scrittore e di poeta; le Associazioni intendono premiare le opere di matrice demo-etno-antropologica contemporanee prodotte da autori calabresi.

Le Associazioni, per l'assegnando Premio, si avvarranno di pareri consultivi di personalità dell'ambito culturale.

Il Premio verrà conferito in un'apposita cerimonia nel prossimo mese di Agosto (laddove le condizioni pandemiche lo consentano e nel rispetto dei protocolli governativi delle misure di contrasto Covid-19).

Saverio Italiano, nato a Delianuova il 7 gennaio 1945, laureato in Lingue e Letterature straniere presso l'Università degli Studi di Messina, si è dedicato all'insegnamento nelle scuole medie inferiori divenendo un valido precursore dei tempi nell'applicazione didattica: a lui si deve la prima opera di orizzonte dei Nuovi Programmi nella scuola elementare.

Autore prolifico, i suoi contributi figurano in riviste e giornali. Ha dato alle stampe le sillogi poetiche "Gocce di rugiada" (1990) e "Attimi fuggenti" (1993), ricevendo innumerevoli Premi letterari.

Il critico letterario Guido Miano, nell'antologia "Poeti Italiani scelti di Livello Europeo" (2012), ha definito la sua produzione frutto di una "sensibilità poetica per eccellenza", rinvenendo concordanze tematiche col poeta internazionale Fayad Jamis. Il critico Enzo Concardi si è occupato del suo profilo letterario in "Contributi per la Storia della Letteratura italiana (2009).

L' attività prediletta di Saverio Italiano è stata la ricerca etno-antropologica, dalla quale sono apparsi innumerevoli contributi, tra cui il volume "E tempi i na vota ... cu' – Sprazzi di vita condivisa e vissuta" (2016).