Reggio Calabria
 

"Xenia", chiesti 7 anni e 11 mesi di carcere per Mimmo Lucano

Lucano-avvocati ppdi Mariateresa Ripolo - 7 anni e 11 mesi. È questa la richiesta di condanna per Domenico Lucano, formulata dal pubblico ministero Michele Permunian al termine di una lunga requisitoria durata circa 7 ore. Nel corso del suo intervento, davanti al collegio giudicante presieduto dal giudice Fulvio Accurso, il pm ha ripercorso le fasi dell'indagine svolta dalla Guardia di Finanza e che ha portato allo smantellamento del modello di accoglienza divenuto celebre in tutto il mondo. "Un'indagine - ha detto il pm - scaturita dalla denuncia-querela del commerciante di Riace, Francesco Ruga".

«A Riace comandava Lucano», dice il pubblico ministero che fa più volte riferimento alle intercettazioni dalle quali - secondo l'accusa - emergerebbe il fatto che l'ex sindaco di Riace «contava i voti e le persone». Quelle intercettazioni che, affermano gli inquirenti, «svelano il sistema» messo in piedi «per avere un tornaconto politico-elettorale»: è questa l'ipotesi della Procura. (Leggi qui)

Il pm ha parlato, inoltre, di una vera e propria «associazione a delinquere con al vertice Domenico Lucano», che «consisteva nell'utilizzare tutti i possibili sistemi per massimizzare la percezione dei fondi pubblici connessi ai progetti Spar e Cas». L'ex sindaco, per l'accusa, aveva «un potere che gli consentiva di distribuire stipendi, lui era il capo indiscusso».

Lucano, difeso avvocati Andrea Daqua e Giuliano Pisapia, era oggi assente in aula. Le accuse sono, a vario titolo, di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, illeciti nell'affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti, truffa e abuso d'ufficio nella gestione dei progetti di accoglienza agli immigrati. Su 27 indagati sono 3 le richieste di assoluzione.

Da calendario il processo - iniziato l'11 giugno 2019 - dovrebbe terminare entro qualche mese, con l'ingresso in Camera di Consiglio fissato per il 27 settembre 2021. A partire dalla prossima udienza - fissata per il 24 maggio - prenderanno la parola gli avvocati della difesa.

Il pm ha quindi chiesto 7 anni e 11 di mesi di reclusione per l'ex sindaco di Riace, Mimmo Lucano.

7 anni e 5 mesi di carcere per Fernando Antonio Capone;
4 anni e 10 mesi per Cosimina Ierinò;
4 anni e 4 mesi per Lemlen Tesfahun;
4 anni e 3 mesi per Salvatore Romeo e Annamaria Maiolo;
4 anni e 2 mesi per Oberdan Pietro Curiale e Tornese Jerri Cosimo Ilario;
4 anni e un mese di reclusione per Abeba Abraha Gebremarian e Gianfranco Musuraca;
4 anni di reclusione per Nicola Audino
3 anni e 2 mesi per Giuseppe Ammendolia detto "Luca";
3 anni per Maria Taverniti;
2 anni di carcere ciascuno per Assan Balde, Oumar Keita, Cosimo Damiano Musuraca, Filmon Tesfalem e Prencess Daniel;
1 anno e 6 mesi per Renzo Valilà;
1 anno e un mese per Domenico Latella;
1 anno per Maurizio Senese e Rosario Antonio Zurzulo;
6 mesi per Domenico Sgrò;
Giuseppe Sgrò (deceduto)

Chiesta l'assoluzione per Alberto Gervasi, Nabil Moumen e Antonio Santo Petrolo.