Reggio Calabria
 

Consiglio Metropolitano di Reggio Calabria approva istituzione Cabina di regia per programmare e monitorare le risorse straordinarie del Recovery Fund

Consiglio 12 aprile 2Si è tenuta, questo pomeriggio a Palazzo Alvaro, la seduta del Consiglio Metropolitano con all'ordine del giorno l'approvazione della Cabina di regia sulla programmazione e sul monitoraggio dei fondi del Recovery Fund, Next Generation EU e Piano nazionale di ripresa e resilienza, misure straordinarie per sopperire ai danni causati dalla pandemia.

Il sindaco Giuseppe Falcomatà, nel corso del suo intervento, si è soffermato «sulla tragicità del momento storico che stiamo vivendo e sulle opportunità comunque legate alle fasi di ripresa e riscatto a questo stesso evento drammatico che è la pandemia».

«La Cabina di regia – ha spiegato – impegna la Città Metropolitana su due esigenze in particolare: il territorio e la responsabilità. Vogliamo rendere protagoniste tutte le energie positive del comprensorio e, per questo motivo, è stata premiata l'idea di allargare il tavolo alle associazioni di categoria, agli enti camerali, agli ordini professionali, ai sindacati ed all'università. Questa classe politica ha l'occasione di dimostrare un grande senso di responsabilità ed è questo l'elemento che, più d'ogni altro, deve emergere. Bisogna, quindi, evitare protagonismi, personalismi, primogeniture, sfumature e appartenenze politiche per mettere davanti a tutto l'identità territoriale e la passione. Indistintamente, nella cabina di regia, siedono tutti i consiglieri metropolitani concentrati su come queste risorse possano finalmente risolvere il gap fra Nord e Sud del Paese».

«Ogni cosa riusciremo a fare – ha aggiunto – sarà soltanto responsabilità nostra. Non ce la potremo prendere con nessuno. Eventuali meriti ci apparterranno in via esclusiva e ne dovremo dare conto alle generazioni future. È vero che, dal dopoguerra ad oggi, non si è mai registrato un simile piano d'investimenti ma è altrettanto vero, che non ci dovremo accontentare iniziando ad unirci in un appello rivolto a rivedere la quota del 37% delle somme complessive riservate al Mezzogiorno. Una percentuale che è un vero e proprio schiaffo e che, quindi, deve essere innalzata almeno fino al 60% così come indicato dallo Svimez per assottigliare le differenze fra Settentrione e Meridione d'Italia. Questa battaglia dobbiamo combatterla assieme».

Sul punto è intervenuto il consigliere Giuseppe Ranuccio che ha definito la Cabina di regia come «uno strumento molto importante di cui va dato merito al sindaco che testimonia un alto senso della politica».

Quindi il capogruppo di Forza Italia, Giuseppe Zampogna, ha ringraziato Falcomatà perché «offre una grande opportunità alla Città Metropolitana davanti al silenzio assordante di altre istituzioni».

Un plauso è arrivato, poi, dal consigliere di Territorio Metropolitano Michele Conia, dal vicecapogruppo dei Democratici Nino Zimbalatti, dal consigliere di Forza Italia Pasquale Ceratti e dal consigliere delegato Carmelo Versace.

Per il vicesindaco Armando Nei, poi, «è una giornata storica per le comunità della Città metropolitana». «La cabina di regia – ha detto – ha un valore aggiunto: è lo strumento principe di tutti gli interventi di programmazione, progettazione, sviluppo e rilancio dell'intero territorio. Va oltre il Recovery fund e trasforma, concretamente, la funzione della Città Metropolitana che diventa una vera e propria cabina di pensiero per le future generazioni. È un primo passo verso la vittoria della sfida principale per l'Ente che è la conquista di autorevolezza. Oggi, insieme, senza distinzioni, abbracciamo questa sfida con un atto politico ancor prima che amministrativo».

Favorevolmente si sono espressi anche i consiglieri delegati Giuseppe Marino e Domenico Mantegna, oltre al capogruppo del Gruppo Misto, espressione della Lega, Antonino Minicuci che ha «ringraziato il sindaco Falcomatà per il metodo e il merito d'istituzione della Cabina di regia», condividendo pure «la necessità di interventi forti per rivedere la quota del 35% riservata al Sud».

Il dettaglio del provvedimento è stato illustrato dal Direttore generale Umberto Nucara e, successivamente, l'unanimità dell'aula ha approvato il punto all'ordine del giorno e la conseguente costituzione della Cabina di regia.

I lavori sono proseguiti con un'interrogazione del capogruppo di Forza Italia, Giuseppe Zampogna, sull'emergenza rifiuti alla quale ha risposto il consigliere delegato Salvatore Fuda illustrando lo stato dell'arte legato alla gestione degli impianti sul territorio metropolitano e le misure che la Città Metropolitana sta ponendo in essere per alleviare i disagi alla popolazione ed ai territori.