A Reggio Calabria arriva il tour nazionale dell'UGL "Il Lavoro Cambia anche Noi!" verso il Primo Maggio

Sabato 10 aprile arriva a Reggio Calabria, alle ore 15.30, in Piazza Indipendenza, la quarta tappa del tour itinerante promosso dall'UGL, a bordo di un bus, in occasione della Festa del Lavoro col motto "Il Lavoro Cambia anche Noi!". Il sindacato ha deciso di essere al fianco dei lavoratori con 30 appuntamenti che si snoderanno lungo l'Italia e che si concluderanno sabato primo maggio a Milano.

L'obiettivo è quello di raggiungere nei singoli territori i propri iscritti, i dirigenti e tutti i lavoratori alle prese con una crisi economico-sociale che sta acuendo le disuguaglianze. All'incontro a Reggio Calabria, tra gli altri, prenderanno parte: Paolo Capone, Segretario Generale dell'UGL; Ornella Cuzzupi, Segretario Regionale UGL Calabria; Chirico Angelo, Segretario UTL Reggio Calabria.

L'idea nasce dalla volontà dell'UGL di rivendicare la centralità del lavoro, andando nelle piazze, nelle fabbriche e nelle realtà produttive di tutto il Paese.

«In Calabria è necessario supportare le piccole e medie imprese, vero tessuto produttivo del Paese che possono costituire una ricchezza per il Meridione, attraverso iniziative che inducano alla creazione di progetti imprenditoriali d'avanguardia, basati sulla valorizzazione del patrimonio territoriale. Un elemento essenziale quest'ultimo, dal quale non poter prescindere se si vogliono costruire solide basi per programmi di sviluppo che creino occupazione stabile e attraggano investitori privati. I requisiti da cui partire sono offerti proprio dalle eccellenze locali: il patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico sono i primi elementi da cui trarre opportunità e idee. Sviluppare tali segmenti, attraverso politiche idonee e misurate, comporterebbe di conseguenza la necessità di un potenziamento dei servizi che, a loro volta, innescherebbero ulteriori fenomeni di investimento. Tra le filiere da valorizzare troviamo quella agroalimentare, turistica e produttiva. Inoltre, la creazione di aziende digitali e di settore ad alto contenuto tecnologico risulterebbe strategica per ottimizzare al meglio le catene di produzione e di commercializzazione. Un altro passo verso la capacità di creare posti di lavoro ad alto contenuto professionale sarebbe quello di avviare una seria lotta alla criminalità organizzata e all'illegalità che costituisce il vero ostacolo per un pieno e sano sviluppo della Calabria». Lo hanno detto, in una nota congiunta, Paolo Capone, Segretario Generale dell'UGL e Ornella Cuzzupi, Segretario Regionale UGL Calabria.

Infine, aggiungono i sindacalisti: «Occorre avere un'attenzione particolare all'edilizia scolastica con l'obiettivo di attivare un serio piano pluriennale d'investimenti, che punti a una più complessa visione d'interventi, identificando le esigenze strutturali in sinergia con quelle didattiche».

Dopo Roma, Napoli, Messina e Reggio Calabria il viaggio lungo le realtà italiane proseguirà a: Matera, Brindisi, Bari, Campobasso, San Salvo, Pescara, L'Aquila, Frosinone, Fiumicino, Cagliari, Rieti, Terni, Firenze, Arezzo, Civitanova Marche, Ancona, Bologna, Venezia, Trieste, Monfalcone, Verona, Trento, Riva del Garda, Genova, Aosta, Torino e Milano.

Creato Venerdì, 09 Aprile 2021 20:47