Reggio Calabria
 

Auddino (M5S): “La vicenda della pedemontana dovrà avere un lieto fine. Cittanova e Molochio dovranno essere coinvolte da un nuovo tracciato”

"Mi spiace constatare come la voce dei cittadini di Molochio e di Cittanova, isolati dal nuovo progetto della pedemontana della Piana di Gioia Tauro, ad oggi sia rimasta inascoltata dalla Città metropolitana e da alcune amministrazioni locali. Nel tracciato della variante per Taurianova che ha stravolto il progetto originario della pedemontana, i comuni di Molochio e Cittanova sono stati tagliati fuori dal collegamento diretto che da nord a sud sarebbe dovuto arrivare fino ad Oppido Mamertina. L'esclusione del collegamento diretto di Molochio con Cittanova previsto dal progetto originario è assolutamente ingiustificata ed inaccettabile!" afferma il Senatore polistenese del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Auddino.

"Indubbiamente – prosegue il senatore – la variante a valle, nel tratto in questione, di "pedemontana" ha ben poco perché invece di far uscire dall'isolamento un comune di montagna come Molochio, lo lascia ancora una volta isolato a beneficio del comune della Piana che, a differenza di quest'ultimo, non risulta appartenere alla Comunità Montana... La vicenda della Pedemontana ha dell'incredibile: il tracciato originario del secondo lotto che prevedeva il passaggio dai paesi di Cittanova, Molochio, Terranova e Oppido Mamertina negli anni ha visto variare il suo percorso lasciando fuori Molochio. La logica e il buon senso hanno lasciato il posto ad una "variante" di cui non si avvertiva la necessità e di cui non si comprendono le ragioni" precisa il Senatore.

"La Pedemontana è una via di comunicazione importante per la realizzazione del potenziale economico e la crescita dei comuni dell'entroterra; è evidente come le amministrazioni che si sono succedute negli anni non abbiano sollecitato a sufficienza l'importanza di investire sulla buona viabilità e sulla sua ricaduta positiva nel tessuto produttivo dell'intero comprensorio.

La nuova rete viaria rappresenta una scelta strategica per l'economia dell'entroterra aspromontano ed inciderà positivamente nella vita quotidiana dei cittadini; escludere ampie fette di popolazione dalla possibilità di collegarsi direttamente a questa arteria di grande comunicazione equivale a condannare i tanti cittadini di quel comprensorio ad un isolamento che potrebbe determinare mancate chance di sviluppo economico.

Per questo motivo auspico che si intervenga con determinazione ed impegno affinché si diano risposte concrete alle comunità interessate che vivono da anni in una situazione di isolamento. È giunto il momento di valutare la possibilità di annettere all'attuale tracciato il tratto mancante del progetto originario reclamato dai territori rimasti isolati e collegare direttamente Cittanova con Molochio" conclude Auddino.