Reggio Calabria
 

In Sila l’iniziativa “Reti e progettazioni socio educative in Calabria”

Cooperazioni atte a costruire efficaci comunità educanti, e contrasto alla povertà educativa in Calabria, sono i temi al centro della due giorni seminariale promossa dalla rete Crescere al Sud che si svolgerà sulla sila piccola a villaggio Mancuso domenica 4 e lunedi 5 settembre. L'evento, immaginato come seminario di studio e di progettazione partecipata dal basso, nasce in stretta sinergia tra il network calabrese delle associazioni aderenti all'alleanza «Crescere al Sud» ed una serie di scuole pubbliche calabresi distribuite su tutto il territorio regionale ed aperte alle alleanze educative utili a contrastare l'insuccesso formativo e la dispersione scolastica.

All'iniziativa, denominata «Reti e progettazioni socio educative in Calabria» sarà presente l'assessore regionale alla Scuola, al welfare e alle politiche giovanili, Federica Roccisano, che ha convintamente sposato l'idea di costruire dal basso percorsi utili a progettare innovative esperienze di comunità educanti in Calabria. Con lei ci sarà anche il neo direttore generale del Dipartimento Sviluppo Economico, lavoro, formazione e politiche sociali, Fortunato Varone, da sempre attento alle sinergie tra il terzo settore e le istituzioni pubbliche. Presente anche il Garante regionale per l'Infanzia Antonio Marziale che proprio la scorsa settimana, d'intesa con il coordinamento calabrese di Crescere al Sud, ha organizzato un dibattito di successo presso il consiglio regionale sui temi dell'affido familiare e delle politiche per i minori.

Tra i presenti al laboratorio di progettazione partecipata vi sono tra gli altri Salvatore Orlando, docente di sviluppo locale e innovazione sociale all'Unical, il portavoce regionale del Forum del Terzo settore, Gianni Pensabene, don Ennio Stamile referente regionale di Libera, Cristina Gasperin responsabile del programma giovani di Save the Children e il giornalista Andrea Nelson Mauro cofondatore di Dataninja.it. A coordinare i lavori il portavoce nazionale di Crescere al Sud, Francesco Mollace.

In parallelo si svolgeranno i lavori del gruppo giovanile calabrese di Crescere al Sud. Ragazze e ragazzi minorenni che, con il supporto nazionale di Save the Children, stanno sviluppando un autonomo percorso di cittadinanza attiva finalizzata a far sentire la voce dei più giovani nel contesto delle regioni meridionali.

Nel pomeriggio di domenica i rappresentanti calabresi della rete sostenuta da Fondazione con il Sud, lavoreranno per elaborare una piattaforma di proposte concernenti le politiche per i minori in Calabria. Sul tema interverranno Lucia Ambrosino della cooperativa delle donne, Isa Mantelli del Centro Calabrese di solidarietà, Mario Nasone del centro Agape, Sergio Principe di Federsolidarietà, Carlo Crucitti di Usabile, Marietta De Rango e Giuseppe Marino delle Camere minorili, Serafina Sammarco della fondazione L.Siciliani, Claudio Falbo del CCS-prevenzione, Giuseppe Belcastro di Medambiente, Giuseppina Gelsomino di Civitas Solis.

Lunedi 5 settembre nell'ambito della sessione di lavoro sulle alleanze educative tra scuole e terzo settore sono previsti i contributi dei dirigenti scolastici: Luigi Macri del Liceo "E.Fermi" di Catanzaro Lido, Giuliana Fiaschè dell'I.C. "Coluccio Filocamo" di Roccella Jonica, Anna Liporace dell''I.I.S Cassano Jonio, Assunta Morrone dell'I.C. Mendicino di Cosenza, Gaetano Pedullà dell'Ipsia Siderno-Locri, Elena Cupello dell'IPSSEA "S.Francesco" di Paola, Clelia Bruzzì dell'I.I.S. "Marconi" Siderno, Massimo Iiritano dell'IC Sabatini Borgia, Filomena D'amante del Liceo Scientifico Metastasio di Scalea.

Al termine dei lavori, che saranno conclusi dall'intervento dell'assessore regionale Roccisano, verrà presentato un piano d'azione condiviso sui temi dell'advocacy a favore dell'infanzia, adolescenza e giovani residenti in Calabria.