Minicuci al ballottaggio: "Falcomatà in confusione e senza argomenti. Io sono un uomo di centrodestra"

minicuciconfdi Walter Alberio - "La battaglia sarà tra Reggio Calabria e la Lega Nord? Il sindaco uscente è in confusione". A distanza di poche ore, Antonino Minicuci ha replicato così a Giuseppe Falcomatà (leggi qui). Il candidato sindaco della coalizione di centrodestra ha rilasciato una dichiarazione secca dal suo quartier generale in via Veneto, senza accettare le domande dei giornalisti (almeno fino alla fine dello scrutinio).

Minicuci è tornato sulle recenti affermazioni del primo cittadino, suo avversario al secondo turno, rifiutando 'l'etichetta' di leghista: "Io appartengo al centrodestra. L'ho preteso e lo ha detto anche Salvini. Se puntano sempre sulla questione Lega vuol dire che non hanno argomenti".

Analizzando il dato parziale, ma abbastanza consolidato, Minicuci ha parlato di "risultato lusinghiero" per la coalizione e, in particolare, per Forza Italia, "primo partito in città".

"In 40 giorni abbiamo accresciuto il nostro consenso, passando dal 22% al 34%, mentre Falcomatà è stato sonoramente bocciato", ha detto l'aspirante sindaco del centrodestra.

"I cittadini dovranno scegliere tra continuità e discontinuità. La nostra proposta è seria e concreta. Ci rivolgeremo a tutti i cittadini, alle associazioni e ai movimenti civici. Anche gli altri candidati hanno raggiunto un ottimo risultato e mi confronterò con loro. Reggio ha voglia di cambiare pagina. È tempo di rinascere", ha concluso Minicuci.

La sfida tra Falcomatà e Minicuci può (ri)iniziare.