Falcomatà al ballottaggio: "La partita è tra Reggio e la Lega Nord. Marcianò? Siamo aperti a tutti"

Falcomata-giuseppe-elezionidi Walter Alberio - "La partita è tra Reggio e la Lega Nord". Così il sindaco uscente Giuseppe Falcomatà, commentando dalla sede del suo comitato elettorale il risultato parziale delle amministrative a Reggio Calabria, che lo vede in ballottaggio con il candidato del centrodestra Antonino Minicuci.

"Siamo in testa e lo siamo dall'inizio di questo spoglio, ma è evidente che si andrà al ballottaggio. Ci saranno altri 15 giorni importanti in cui continuerò a fare il sindaco, dopodiché ci confronteremo. Mi auguro che ci possano essere momenti di confronto e di dibattito politico".

Secondo il sindaco uscente, il ballottaggio era "inevitabile con 9 candidati che hanno fatto un'ottima campagna elettorale. Non è né un passo in avanti né un passo indietro per me". Adesso inizia una fase in cui si potranno aprire delle interlocuzioni con le altre forze politiche in campo: "Siamo aperti a tutti, siamo aperti alla città", ha commentato Falcomatà. Anche alla Marcianò? "Ci confrontiamo con tutti su una idea di città", ma con la consapevolezza che "la partita è tra Reggio e Lega Nord", ha evidenziato Falcomatà.

Sul dato delle liste più avanti nel voto rispetto al candidato sindaco, Falcomatà ha risposto: "Fisiologico quando si hanno liste forti".

Il primo cittadino ha espresso la sua soddisfazione per il trend positivo registrato sull'affluenza: "È la fotografia di una pluralità di visioni della città e un segnale di democrazia".