Lettere
 

“Al GOM di Reggio Calabria si lavora h24 per superare emergenza Covid-19. Ce la faremo, ma non uscite di casa”

ospedali riuniti 600Arriva dal Grande Ospedale Metropolitano "Bianchi-Melacrino-Morelli" di Reggio Calabria una testimonianza del lavoro svolto all'interno della struttura sanitaria reggina, alle prese con l'emergenza mondiale del Coronavirus. Un battaglia che vede medici e operatori sanitari in prima linea.

La lettera è di Giuseppe Scappatura, tecnico sanitario di radiologia medica del Gom:

"Sono un tecnico di radiologia dell'UOC di Radiologia del GOM di Reggio Calabria impegnato al lavoro oramai 24 ore su 24, sempre reperibile o di guardia, come tutti i miei colleghi non abbiamo più vita familiare, ma solo pochi momenti di riposo.

Dobbiamo garantire esami diagnostici radiografici, TAC e rx del torace ai pazienti affetti o con sospetto di COVID-19! In effetti pochi sanno qual è il lavoro instancabile di questi professionisti, che devono controllare/valutare dal punto di vista radiologico/diagnostico la presenza di infezione da Coronavirus, confutare sospetti o validare guarigioni.

"Non mi dispiace essere continuamente a disposizione, questa Emergenza va superata e il COVID-19 non può sconfiggerci. Per questo non mi arrendo, non si arrendono i miei colleghi e non si arrenderanno mai tutti gli operatori della sanità come dico sempre io del "Profondo Sud"! Non siamo "TSRM eroi" ma neanche operatori mediocri ai quali non vengono riconosciuti i meriti professionali! Noi non possiamo ma voi rimanete a casa che andrà tutto bene!".