Fronte del Palco
 

Filadelfia: applausi a scena aperta per la prima serata in memoria di Paolo Serrao

Si è conclusa con una standing ovation la prima serata del MEMORIA DI PAOLO SERRAO, tenutasi ieri sera nella splendida cornice di Piazza San Francesco, a Filadelfia. La kermesse, organizzata dall'Associazione PROFILOS e sostenuta da Comune e Regione, ha visto la messa in scena delle arie tratte dall'Opera "La Duchessa di Guisa", lavoro rappresentato l'ultima volta 155 anni fa al Teatro San Carlo di Napoli.

La serata è stata introdotta dal Direttore Artistico, il M° Francesco Caruso, che ha posto l'accento sull'importanza di continuare a riscoprire le opere inedite e non del Serrao, nell'ottica di farle arrivare al grande pubblico e con l'obiettivo di ridare il giusto valore storico e musicale.

Il Presidente della PROFILOS, Dott. Gabriele Runca, ha invece tratteggiato il legame del Serrao con la sua terra, descrivendo tutte le altre iniziative programmate e inserite nella progettazione della Ia annualità.

"Questa prima iniziativa" ha sottolineato l'Assessore al Bilancio e alla promozione del territorio, l'Avv. Bruno Caruso, "è un punto di partenza per una futura strutturazione di un progetto che possa assumere connotazioni e dimensioni degne della portata musicale del M° Serrao, sulla scia di ciò che avviene a Montalto Uffugo con il Festival "Leoncavallo".

Il Concerto ha visto l'esibizione del soprano Aurora Tirotta, del Tenore Alessandro D'Acrissa, del baritono Raffaele Facciolà accompagnati al pianoforte dal M° Alfredo Cornacchia. Il Concerto si è articolato in due momenti: il primo, dedicato tutto al Serrao, con l'esecuzione delle arie e dei duetti tratti dall'Opera "La Duchessa di Guisa"; il secondo, invece, con l'interpretazione di brani celebri tratti dal repertorio operistico e non solo.

Il prossimo appuntamento è previsto per il 4 agosto. Di scena l'Orchestra Filarmonica della Calabria, che eseguirà le composizioni orchestrali inedite del M° Serrao insieme alle più belle pagine sinfoniche ed operistiche di compositori suoi amici ed estimatori, quali Giuseppe Verdi e Gioacchino Rossini, nonché di alcuni dei suoi allievi più illustri come Ruggiero Leoncavallo e Giuseppe Martucci. La direzione dei brani inediti sarà affidata al M° Francesco Caruso.