Fronte del Palco
 

X Factor, il lametino Michelangelo Mercuri in arte N.A.I.P. supera le audizioni e accede ai Bootcamp

Quattro sì. Parte con il consenso unanime da parte dei quattro giudici, il viaggio musicale nell'edizione 2020 di X Factor Italia del lametino Michelangelo Mercuri in arte N.A.I.P., acronimo di Nessun Artista in Particolare.
L'artista calabrese passa le audizioni a pieni voti, portando sul palco un suo brano originale "Attenti al loop", omaggio ironico e contemporaneo, dalla scrittura fortemente acuta, ad uno dei più grandi sperimentatori della musica italiana di tutti i tempi: Lucio Dalla.

"Una proposta coraggiosa". "Sai cosa mi è piaciuto? – dice Mika – che io posso apprezzare la verità assurda di questo testo. Però anche mio nipote di 6 anni sarebbe ossessionato con te".

Positivo anche il giudizio di Manuel Agnelli. "Tutte le cose confluiscono. Il talento performativo, l'idea di identità, la consapevolezza di ciò che vuole essere".
È poi la volta di Emma che lo definisce "super trasversale, geniale ma non è quel genio che solo pochi eletti possono capire".

"Non è un messaggio banale. Quello che dici è vero da tanti punti di vista" chiude Hell Raton prima del giudizio finale.

Un sì unanime che rimarca l'entusiasmo dei giudici. Nessun Artista In Particolare lascia così il palco salutato da Alessandro Cattelan che entusiasta dichiara "Lo sapevo che eri il cavallo giusto Michelangelo!".
Una grande capacità performativa al servizio di un progetto innovativo, fortemente identitario e scevro di etichette musicali.

Prossima fermata i Bootcamp.