Fronte del Palco
 

Mendicino (Cs), ecco la nuova stagione teatrale "Sguardi a Sud"

Mercoledì 22 settembre si è tenuta a Palazzo Campagna di Mendicino la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione teatrale "Sguardi a Sud", ideata dalla compagnia Porta Cenere all'interno del Teatro Comunale di Mendicino, con il patrocinio della Città di Mendicino.

Dopo gli interventi del Sindaco Antonio Palermo e dell'Assessore agli eventi Rossella Giordano che hanno sottolineato l'importanza della programmazione del Teatro Comunale all'interno della politica culturale dell'Amministrazione della Città, Mario Massaro e Elisa Ianni Palarchio della Compagnia Porta Cenere hanno illustrato il cartellone della Rassegna che partirà il 26 settembre .Gli spettacoli avranno luogo tutte le domeniche alle 18:00 fino al 19 dicembre, molti dei quali saranno nuove produzioni, che potranno vedere la ribalta grazie al riconoscimento della compagnia quale impresa di produzione di teatro di innovazione nell'àmbito della sperimentazione e del teatro per l'infanzia e la gioventù.

"Abbiamo inteso affiancare, ha detto Massaro, alla produzione di nostri progetti (come un'innovativa messa in scena di "Ismene" di Ritsos, con Stefania De Cola e Annalisa Gioia e la regia di Nat Filice, il monologo "Tenimmoce accussì" di Elisa Ianni Palarchio con Mario Massaro, e lo spettacolo per tutta la famiglia "I fratelli Lumière e l'invenzione del cinematografo") anche alcuni spettacoli di attori calabresi come "Mille piani all'alba" di e con Emilia Brandi e Peppuccio Garofalo e "Confusi, inoccupati in cerca di..." di e con Mirko Iaquinta. Abbiamo puntato, inoltre, a valorizzare le drammaturgie originali, a cercare una nuova autorialità che possa emergere e far unire la propria voce al già vasto coro di artisti che operano in Calabria. Ospiteremo inoltre "Antigone, il sogno della farfalla" di Donatella Venuti, con Maria Milasi per la regia di Americo Melchionda, "La maglia nera: Malabrocca al Giro d'Italia" con Alberto Barbi e Scena Verticale con "Re Pipuzzu fattu a manu" con Dario De Luca e Gianfranco De Franco.

Elisa Ianni Palarchio ha sottolineato l'ampio spazio per eventi speciali, quali "A salir le stelle", presentazione del nuovo libro di Assunta Morrone in occasione del Dante 700, e due appuntamenti legati ad un aspetto del teatro spesso posto in secondo piano, ma che merita attenzione per la qualità degli spettacoli che sovente si portano in scena: le scuole di teatro. Saranno in scena "il Pigmalione di Napoli" con gli allievi della scuola di teatro Crescere insieme oltre il Teatro (Mercato San Severino, Salerno), per la regia di Clotilde Grisolia e "La Pace" con gli allievi del laboratorio del Teatro Comunale di Mendicino per la regia di Elisa Ianni Palarchio e Mario Massaro, in collaborazione con PartecipaAzione aps.

Il groviglio di Sguardi a Sud sarà dunque espressione di mille storie, mille voci, mille impronte artistiche, approcci differenti, visioni su mondi difformi e speciali. È così che la Compagnia Porta Cenere immagina il teatro, "fatto di mille strade che tracciano un proprio solco ma che s'intrecciano creando nuove vie, frenetico, pieno, che vive di energia impossibile da dissipare, con lo sguardo verso la nostra latitudine del cuore: il sud."