Fronte del Palco
 

Cosenza, la Grieg Chamber Orchestra protagonista al ‘Rendano’ con la stagione dell'Associazione “Quintieri”

"Il vento del nord" è il titolo del concerto in programma venerdì 25 giugno , nella sala "Quintieri" del Teatro Rendano, alle ore 20,00, per il settimo appuntamento della 42^ Stagione Concertistica dell'Associazione "Maurizio Quintieri", promossa in collaborazione con il Comune di Cosenza e con il finanziamento della Regione Calabria. Ne è protagonista la Grieg Chamber Orchestra diretta dal maestro Giuseppe Pisciotta. Il titolo del concerto suggerisce le atmosfere proposte dalle opere in programma: la "Holberg Suite" di Grieg, le "Danze Rumene" di Bartok e la splendida "Serenata per archi" di Tchaikowskj. Una selezione di composizioni, tutte celeberrime, per offrire uno sguardo sulle caratteristiche melodiche e la visione dell'orchestra da camera di questi grandi compositori del nord Europa. La Grieg Chamber Orchestra è una recente formazione da camera nata con l'intento di promuovere e divulgare il repertorio per orchestra d'archi, ma allo stesso tempo, capace di offrire un valido supporto a solisti e cantanti.

Realizzata da un progetto del suo direttore artistico e musicale M° Giuseppe Pisciotta, è composta da giovani professionisti già apprezzati in ambito nazionale ed internazionale, con interessanti attività solistiche ed in formazioni cameristiche ed orchestrali. Molti dei musicisti hanno collaborato con solisti e direttori di primo piano internazionale quali: Riccardo Muti, AugustoVismara, Francesco Lanzillotta, Carlo Goldstein, Paolo Bordogna, Pavel Berman, Boris Petrushansky, Stephan Milenkovich, Richard Galliano ed altri, esibendosi in tutta Italia, Europa ed Asia. Il maestro Giuseppe Pisciotta si è diplomato brillantemente in viola presso il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia nel 1994 e, successivamente, in violino, nel 2006, presso il Conservatorio di musica Stanislao Giacomantonio di Cosenza. Si è poi perfezionato a Firenze sul repertorio con strumento moderno e ad Ambronay (Francia) sulla prassi esecutiva del '600-'700 con strumento originale. Ha suonato con tantissimi solisti come Vincenzo Mariozzi, Enrico Bronzi, Francesco Salime, Mauro Tortorelli, Sonia Formenti, Augusto Vismara, Maxence Larrieu, Cecilia Gasdia, Mario Ancellotti, Silvia Cappellini, Angelo Bartoletti e Marcello Gatti. Impegnato in numerose formazioni cameristiche, dal duo col pianoforte al quintetto, affianca all'attività di violista quella di direttore d'orchestra di complessi cameristici, collaborando con solisti come Daniel Rivera, Mauro Tortorelli e Antonella Ruggero.