Fronte del Palco
 

Il 25 settembre al Castello Svevo di Cosenza tributo a Lucio Dalla

"Aspettiamo senza avere paura, domani. Intorno a Lucio Dalla". E' questo il titolo dello spettacolo che sarà di scena venerdì 25 settembre 2020 al Castello Svevo di Cosenza. Si tratta di un omaggio al compianto cantautore bolognese organizzato dalla Fondazione Lilli.

Sul palco saliranno Sasà Calabrese (chitarra e voce); Dario De Luca (voce narrante); Daniele Moraca (chitarra e voce); Roberto Risorto (piano); Roberto Musolino (basso); Francesco Montebello (batteria). Nel pieno rispetto delle distanze e delle norme imposte dalla normativa anti Covid19.

La Fondazione Lilli intende omaggiare il genio bolognese, cantautore, poeta e musicista a tutto tondo, riproponendo, così, il tradizionale binomio musica-solidarietà nell'appuntamento annuale organizzato per riavvicinare, attraverso il linguaggio universale della musica, gli appassionati al mondo della cooperazione e del volontariato. Oltre agli aspetti melodici e poetici, Lucio Dalla è stato un'artista fondamentale per la musica italiana, un autentico riferimento, non fosse altro perché è l'artista che, insieme a Roberto Vecchioni, ha riflettuto di più sulla "forma canzone" e sulla sua funzione semiotica e comunicativa.

Un ruolo fondamentale in questo percorso per Lucio – uomo dalle letture vastissime ma dalla carriera scolastica fallimentare – lo hanno giocato le sue grandi amicizie intellettuali, in particolare con artisti e intellettuali del calibro di Roberto Roversi, Francesco De Gregori, Dario Fo.

In una sua intervista al Corriere della Sera nel 2002, Lucio diceva: "Tutti i testi delle mie canzoni sono sempre piccoli racconti, ipotesi di sceneggiature".

Da qui nasce l'idea di unire la forma canzone con la parola, con l'arte di teatralizzarla, creando uno spettacolo dove le canzoni del genio bolognese arrivino sotto forma di racconto; un racconto orizzontale, come se fosse un film, come se fossero storie cucite a mano dalla musica. Canzoni, dunque, cantate e recitate, riflessioni sulla musica, aneddoti sulla vita artistica di Lucio e di tanti colleghi che compongono il frastagliato arcipelago della canzone d'autore italiana, si dipaneranno nello spettacolo in un clima di leggerezza ed ironia, in cui non mancherà il coinvolgimento del pubblico.

Lo spettacolo è stato ideato e scritto durante i mesi della pandemia, per esorcizzare la paura, per sentirci uniti anche a distanza.

Il concerto rientra nelle manifestazioni a valere sul fondo Pac Calabria 2014/2020 Azione 1 Tipologia B.

prevendita dei biglietti presso l'agenzia Inprimafila 0984795699