Fronte del Palco
 

Tricarico e Jennà Romano a Mendicino per "Cosa vuoi che sia una Canzone"

Tricarico e Jennà Romano sono i protagonisti dell'ultima serata di "Cosa vuoi che sia una Canzone" Venerdì 18 settembre a Palazzo Campagna di Mendicino. Un viaggio attraverso la Canzone d'Autore anche quest'anno organizzato dalla Fondazione Lilli Funaro insieme all'Associazione Oltrezona e alla Compagnia Porta Cenere e ospitato dalla Città di Mendicino.
Il Direttore Artistico della Rassegna, Renato Costabile, ha tenuto particolarmente alla realizzazione di questa serata con Tricarico e Jennà Romano, due musicisti con diversi background che più volte hanno avuto modo di collaborare.

Un incontro artistico quello tra Tricarico e Jennà Romano, leader dei Letti Sfatti, nato grazie alla poesia di Piero Ciampi. Durante uno degli show-case di presentazione di ".. e se il mondo somigliasse a Piero Ciampi..", il cd + dvd del gruppo napoletano, tra il pubblico è presente anche Francesco Tricarico. Alla fine della performance Jennà e Francesco si ritrovano a chiacchierare e a promettersi di dover combinare qualcosa insieme. La collaborazione così tra le due realtà musicali mette radici, prende forma e aspetta il suo battesimo proprio al ventennale del Premio Ciampi. In quella occasione il gruppo napoletano esegue con Tricarico oltre ai propri brani anche canzoni di Ciampi come "Il vino" e "Tu no". La collaborazione tra il cantautore milanese e il musicista napoletano prosegue anche dal punto di vista compositivo tanto che i due autori cominciano a scrivere brani insieme sia per le produzioni di Tricarico come "Una cantante di musica leggera" cantata dallo stesso Tricarico con Arisa, "Abbracciami fortissimo" cantata da Tricarico e "A Milano non c'è il mare" cantata con la partecipazione di Francesco De Gregori (2019). Nella serata di Mendicino i due artisti rivisitano in una dimensione acustica i brani più popolari del cantautore milanese come "Il mio nome è Francesco", "Vita tranquilla", "A Milano non c'è il mare".. regalando duetti, racconti e aneddoti sulla nascita di canzoni scritte a quattro mani. Non mancherà "Andare e non pensare", il brano che ha visto duettare i due accompagnati da una batteria di pentole da cucina e non mancheranno omaggi a grandi autori come Piero Ciampi, Lucio Dalla e lo stesso Francesco De Gregori.