Fronte del Palco
 

I pianisti Francesco e Vincenzo De Stefano incantano il pubblico di Palmi

Nella cornice dell'auditorium della casa della Cultura Leonida Repaci di Palmi, si è aperta con il concerto dello straordinario duo De Stefano, la stagione concertistica autunnale della rassegna Synergia 46 giunta, come suggerisce la denominazione, alla 46^edizione, promossa dall'associazione Amici della Musica Nicola AntonioManfroce di Palmi, presieduta da Antonio Gargano, cofinanziata nell'ambito degli avvisi pubblici Promozione Eventi Culturali e Animazione della Regione Calabria e organizzata in collaborazione con Ama Calabria.

Genialità e dolcezza, talento e gentilezza. Tutto si condensa in Vincenzo e Francesco De Stefano, fratelli gemelli affiatati e pianisti eccezionali. Due caratteri diversi che quando suonano il pianoforte si fondono in un unicum straordinario e le quattro mani compongono un autentica poesia in note. L'intesa è sorprendente.

«Come disse Sergei Rachmaninov, la musica è la sorella della Poesia», così Francesco De Stefano, timido e introverso, descrive l'arte che lo appassiona e che condivide con il fratello gemello Vincenzo, più socievole e loquace, che la definisce come un «linguaggio comprensibile da tutti e per questo universale».

Pluripremiati in più di 100 concorsi nazionali ed internazionali del calibro del Dranoff International Two Piano Competition di Miami, International Grieg Competition di Oslo, Grand Prize al XIV International Piano Duo Competition di Tokyo, I° Premio al XIXX Concorso Internazionale Valentino Bucchi, Rubinstein Competition di Mosca e molti altri, i fratelli De Stefano hanno avviato la stagione concertistica nella loro Palmi incantando il pubblico.

Nell'attesa del concerto in programma al teatro Mariinkji di San Pietroburgo, Francesco e Vincenzo De Stefano si sono esibiti in un intenso omaggio alla musica russa scandito da brani di grandi compositori come Anton Rubinštejn e Sergei Rachmaninov, particolarmente amato dai pianisti, e da originali versioni rivisitate dal grande compositore e pianista tedesco Johannes Brahms.

In questo momento del loro percorso musicale, i fratelli De Stefano si stanno dedicando molto anche all'insegnamento al conservatorio di Vibo Valentia. «Questa attività didattica, come quella concertistica, mi sta appassionando molto. Credo infatti sia importante trasmettere alle giovani generazioni la musica, non solo attraverso l'esempio musicale del concerto ma anche con il linguaggio e la parola», ha sottolineato Vincenzo De Stefano. Il fratello Francesco preferisce, invece, restare seduto al piano: «Tenere un concerto è l'espressione più alta della musica. Io preferisco di più suonare».

La rassegna Synergia 46, promossa dall'associazione Amici della Musica Nicola AntonioManfroce di Palmi, proseguirà sabato 25 settembre con il maestro Giuseppe Gullotta che eseguirà al pianoforte le musiche di Mozart, Chopin e Mussorgsky, sempre alle ore 18 all'auditorium della Casa della Cultura Leonida Repaci.