Fronte del Palco
 

Il Coro Scolastico comunale si esibisce al Foyer del Teatro "Francesco Cilea" di Reggio Calabria

Suggestioni soavi ed evocative si sono librate, sabato sera, nella cornice del Foyer del Teatro "Francesco Cilea" per riscoprire il significato più autentico del Natale. Una magia propagata dalle giovani voci del Coro Scolastico Comunale del Teatro "Francesco Cilea" nel secondo appuntamento di "Note di Natale", che ha abbracciato la città dello Stretto, dopo l'apertura di stagione inaugurata giovedì scorso dall'Orchestra Scolastica. Il progetto, giunto alla seconda annualità, è ideato e coordinato dall'Istituto Comprensivo "Catanoso- De Gasperi" in sinergia con il Comune di Reggio Calabria e la Città Metropolitana e in rete con gli Istituti Comprensivi "O. Lazzarino", "Radice- Alighieri", "Carducci - Da Feltre", "Nossyde - Pythagoras" e il Liceo Statale "T. Gulli". Orgoglio del territorio nostrano che sta perseguendo, nella formazione musicale, «un obiettivo di continuità tra scuole Secondarie di primo e secondo grado - evidenzia la Professoressa Sonia Barberi, Dirigente Scolastico dell'Istituto capofila "Catanoso - De Gasperi" - Essere qui significa volare alto e sostenere il talento dei nostri ragazzi». Antiche nenie intrise di premura come "Quanno nascette Ninno" e "Mo veni Natali", canto del Regno delle due Sicilie, specchio di tempi bui anche nel momento esaltante della festa, si alternano a brani di sincera spensieratezza, come "A Natale puoi". Un repertorio che viaggia nel tempo e nello spazio, senza perdere la sua eterea inclinazione, quello eseguito dai ragazzi diretti dal maestro Roberto Caridi. Armonia che scaturisce dall'anima e fa breccia con il suo ineffabile candore anche sulle note di "Stille Nacht" di Carl Orff e dell'ungherese "Se Vuoi fantasticar" fino alla ritmata "Bambineddu balla balla". «Bisogna tutelare e valorizzare i nostri talenti, fare in modo che non si disperdano e dargli la possibilità di formarsi e misurarsi in altri contesti - afferma il sindaco Giuseppe Falcomatà- In Consiglio metropolitano abbiamo approvato le linee guida per il dimensionamento scolastico, prevedendo la realizzazione del Liceo Musicale. E' stato scelto il Liceo delle Scienze umane. Si tratta di un'idea di sinergia e collaborazione che porta a risultati concreti». Promettente realtà, quella dell'Orchestra e del Coro Scolastico Comunale "F. Cilea", che continuerà a rifulgere sul palco del teatro reggino il 27 gennaio nel Memorial Mino Reitano e il 12 febbraio nel recital del soprano Maria Agresta, prima di virare, dall'1 al 3 maggio, a Salisburgo per gli eventi dedicati al compositore Wolfgang Amadeus Mozart.