Cosenza
 

Amministrative Cosenza, Fabiano: “Un film già visto”

"Il futuro di Cosenza è messo a repentaglio da beghe politiche che guardano all'interesse del singolo e non del bene comune. Una situazione che avevo già avuto modo di denunciare nello scorso mese di novembre allorquando avanzai anche qualche speranza di cambiamento che, purtroppo, a distanza di otto mesi è rimasta delusa. La cosa mi rattrista moltissimo, ma spero ancora che possa nascere una proposta seria e credibile a cui affidare le sorti della nostra città per i prossimi anni". E' quanto afferma Delly Fabiano, professore di Matematica presso l'Università degli Studi della Calabria, denunciando il clima di confusione politica che vive la città dei Bruzi dove tanti candidati a sindaco rivendicano il vessillo della società civile in maniera fittizia ed illusoria e dove i partiti dimostrano di aver abbandonato le buone pratiche della politica vista come "scienza e arte di governo della cosa pubblica".

"Il tempo incalza, le amministrative sono ormai alle porte – prosegue Delly Fabiano – e non ho ancora ascoltato un'idea progettuale seria e credibile per Cosenza.

Eppure le legittime aspettative dei cosentini sono altissime e parlano un linguaggio chiaro di efficienza, efficacia e qualità della vita adeguata ai migliori standard nazionali e internazionali. Chi, come me, auspica ed opera per un rilancio concreto e determinato della città, della sua immagine e del suo ruolo di capoluogo di provincia, attende con ansia una proposta di guida della città capace di rappresentare una opportunità di crescita sociale ed economica per Cosenza ed i cosentini. A tal fine rimango convinta che si dovrà scegliere per affidabilità, credibilità e capacità a prescindere da slogan e bandiere. Non possiamo più ripetere certi errori del passato. Abbiamo bisogno di scegliere uomini e donne credibili che, lontani dai soliti cliché della politica e dalle solite alleanze tra i partiti, intendano realmente ripartire dai cittadini e con i cittadini. Per attuare azioni di sviluppo occorre infatti avere visione politica, non dipendenza dai partiti in quanto l'impegno politico non si fonda sulle parole ma sui fatti. Ed è di fatti che Cosenza ha bisogno".