Cosenza
 

Bando Urbact, Corigliano-Rossano è tra i sette comuni vincitori

LOCANDINA URBACTIl comune di Corigliano-Rossano è tra i sette comuni vincitori della selezione nazionale per partecipare alla "National Practice Transfer Iniziative" guidata dall'ANCI nell'ambito del programma Urbact.

Urbact è un Programma europeo finalizzato alla promozione di uno sviluppo urbano sostenibile mediante lo scambio di esperienze e la diffusione delle conoscenze tra città europee. A marzo 2021 il Comitato di monitoraggio di Urbact ha approvato la sperimentazione di cinque National Practice Transfer Initiative in tutta Europa per trasferire una buona pratica a città non Urbact. La qualità elevata delle candidature ha rappresentato un elemento significativo per la selezione che ha premiato un gruppo di Comuni di diverse tipologie e dimensioni, dal Nord al Sud del paese, capace di esprimere la diversità dei contesti e delle sfide urbane del nostro paese.

Il bando, in Italia, è stato lanciato ad inizio aprile con l'obiettivo di selezionare un gruppo di Comuni in grado di replicare una delle pratiche di maggior successo dell'ultima programmazione URBACT, quella realizzata da Mantova con il progetto C-Change. Scopo del progetto è quello di trasferire il lavoro del Manchester Arts Sustainability Team (Mast), attraverso la mobilitazione degli operatori dei settori dell'arte e della cultura per la promozione della sostenibilità e nel contrasto al cambiamento climatico.

Insieme a Corigliano-Rossano gli altri comuni vincitori del bando sono: Avellino, Cuneo, Ferrara, Rovereto, Sestri Levante e Siena.

La rete di trasferimento nazionale avvierà ufficialmente le sue attività il 1° giugno e vedrà, fino a dicembre 2022, le città vincitrici interessate a trasferire, adattare e implementare la pratica di Mantova nei rispettivi contesti locali. Il progetto prevede il coinvolgimento attivo del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili e della Regione Molise (componenti della delegazione italiana presso il Comitato di monitoraggio europeo di URBACT), oltre che dell'ANCI in qualità di capofila del progetto.

A riguardo, Le amministrazioni delle sette città vincitrici dovranno: identificare un coordinatore di progetto, istituire un gruppo di stakeholder locali per facilitare il trasferimento, adottare e implementare la buona pratica, partecipare e ospitare incontri e quindi beneficiare del metodo Urbact per progettare politiche integrate e partecipative che includono attività di scambio e apprendimento, supporto da parte di esperti e formazione.

"Si tratta di un risultato che ci rende orgogliosi - ha dichiarato l'assessore Tiziano Caudullo - perché la nostra candidatura è stata ritenuta meritevole di essere accolta tra le tante e diverse presentate al bando. Abbiamo lavorato di concerto con l'Ufficio Europa per l'elaborazione della proposta progettuale con l'ottimo riscontro ottenuto. Siamo felici perché il nostro comune entrerà a far parte della rete Urbact e potrà così ampliare il know how dell'ente e degli attori locali con metodologie e buone pratiche in grado di coniugare la vocazione turistica e culturale della città con la sostenibilità ambientale".