Cosenza
 

Forza Italia Cetraro chiede screening di massa su casi Covid per riapertura scuole

Si è tenuto nella giornata di Giovedì un incontro della delegazione di Forza Italia Cetraro insieme all'assessore Tommaso Cesareo, ai consiglieri comunali Cristina Forastiero e Giovanna Esposito del gruppo Forza Cetraro, per sottoporre al sindaco Cennamo la proposta di un tracciamento dei contagi ed uno screening di massa che riteniamo fondamentale per la riapertura in sicurezza delle scuole dopo i casi accertati di Covid nel nostro comune.

La posizione è apparsa molto chiara fin dall'inizio per proseguire l'incessante lavoro che sul territorio stanno svolgendo i consiglieri affiancati da un partito che da sempre si è posto come unica priorità quella di dare voce alle istanze dei cittadini.

"La nostra azione è sempre stata lineare ed incentrata alla massima collaborazione come componente di maggioranza ed alla proposta costruttiva per dare certezze, in un momento storico di grande smarrimento all'intera comunità cetrarese e spesso anche come anticipatori di provvedimenti a livello nazionale e regionale

La proposta è frutto di un attento confronto, per garantire alla popolazione che i propri figli, ed tutto il personale operante nelle scuole, possa svolgere la propria attività in sicurezza, la salute per noi è il principale valore, in questo momento di Pandemia, da salvaguardare.

Le nostre proposte sono sempre state condivise e discusse non nelle stanze chiuse del partito, ma con i cittadini che ci hanno manifestato preoccupazione.

Siamo certi che le rassicurazioni avute dal sindaco siano fondate, ma rimarremo vigili sull'andamento dei valori e torneremo a far sentire il nostro pensiero qualora dovesse cambiare la situazione, che ovviamente ci auguriamo dia risultati rassicuranti.

Da organi di governo seppure in un contesto di anime di diversa estrazione politica ci facciamo portavoce anche sui territori dei temi nazionali attenzionati dal nostro partito, da sempre favorevole alle riaperture in sicurezza per far ripartire la nostra nazione e di conseguenza la nostra realtà cittadina".