Cosenza
 

Candidabilità Papasso, Notaristefano: “Sentenza Cassazione restituisce legittimazione al sindaco di Cassano allo Ionio”

Il presidente dell'assemblea civica della Città di Cassano All'Ionio, Lino Notaristefano, ha esternato alcune sue considerazioni sulla recente ordinanza emanata dalla Suprema Corte di Cassazione, che ha definitivamente sancito la candidabilità del sindaco Gianni Papasso.

"Nei giorni scorsi - ha esordito - la Corte di Cassazione ha definitivamente sancito la candidabilità del Sindaco Gianni Papasso mettendo, cosi, un punto fermo sulla questione che già era stata decisa favorevolmente per il primo cittadino dal Tribunale di Castrovillari, in primo grado, e sostanzialmente confermata dalla Corte d'Appello di Catanzaro, in secondo grado. La pronuncia della Suprema Corte - ha sottolineato Notaristefano - fugando ogni dubbio sull'operato del sindaco e della sua amministrazione, non solo ha restituito dignità e merito all'uomo che ha sempre agito nel solco della legalità e nel rispetto del ruolo ricoperto, ma, soprattutto, ha mondato la figura istituzionale da tutte quelle ricostruzioni approssimative, non veritiere, fatte con malcelato pregiudizio nei confronti dell'amministrazione tutta, e poi puntualmente disarticolate nei tre gradi di giudizio, che erano state ingiustamente poste a carico dell'amministrazione Papasso negli atti che portarono allo scioglimento del Comune. A distanza di quattro anni - ha aggiunto - dopo l'onta che la nostra comunità ha dovuto ingiustamente subire, con i rallentamenti imposti dalla delegittimazione di un sindaco eletto democraticamente, la verità viene ristabilita. Purtroppo, il tempo perso, in termini di lavoro per la nostra comunità, è stato tanto. Adesso - ha affermato il presidente Notaristefano - la sentenza della Cassazione, restituendo pienezza, centralità e legittimazione alla figura istituzionale, pone le basi per un rinnovato rapporto di fiducia tra il sindaco e la sua comunità, peraltro mai venuto meno nel gradimento e, anzi, confermato dal risultato elettorale plebiscitario che gli è stato tributato in occasione delle ultime amministrative".

Per il presidente dell'assise civica, "i tempi difficili che tutti noi stiamo vivendo a causa della situazione pandemica, testimoniano quanto sia prezioso il lavoro dei primi cittadini considerata la posizione di prossimità che gli stessi hanno con il proprio ambito territoriale e, il nostro sindaco Papasso - ha tenuto a rimarcare - si è sempre speso con abnegazione, costanza e dedizione e la comunità ha sempre potuto individuare in lui un sicuro punto di riferimento. Notaristefano, si è detto certo che la sentenza della Cassazione, spazzando via ogni preoccupazione, gli ha già dato un ulteriore slancio per la guida della Città. Noi amministratori, ha concluso, che con lui abbiamo vissuto i momenti più difficili e che non abbiamo mai dubitato neppure per un istante della sua onestà e probità, continueremo a sostenerlo e a lavorare in sinergia per il nostro territorio".