Cosenza
 

Ex percettori di mobilità in deroga, il plauso del consigliere comunale di Cosenza Falbo

"Nello svolgimento del mio ruolo di Consigliere delegato alle Politiche attive per il lavoro, ho sovente avuto modo di apprezzare la capacità e l'abnegazione messa in atto da parte dei lavoratori ex percettori di mobilità in deroga già assegnati, da più tempo, presso gli enti locali, uffici giudiziari e sedi territoriali dei ministeri nella nostra Regione". Così il consigliere comunale di Cosenza Andrea Falbo.

"In tali strutture, affette da cronica carenza di personale, questi lavoratori continuano ad assicurare i servizi ai quali sono preposti pur perdurando uno stato di precariato e nonostante continuino a ricevere una indennità economica mensile del tutto inadeguata – va avanti il consigliere – anche in considerazione dell'accelerazione della crisi occupazionale subentrata con la pandemia da Covid-19, credo sia più che mai opportuno intervenire per ottenere un riconoscimento sostanziale dei loro diritti di lavoratori in forza presso il nostro Ente, in una prospettiva di stabilità lavorativa".

"A tale scopo, fin dallo scorso mese di Ottobre, ho sollecitato le strutture preposte del Comune di Cosenza affinchè adottino la predetta proposta di stabilizzazione dei lavoratori ex percettori di mobilità in deroga in servizio presso il nostro Ente da inoltrare al governo regionale della Calabria e al Governo – conclude Falbo – auspico che tale iniziativa, a sostegno di quelle già assunte ultimamente da altri Enti che usufruiscono delle prestazioni di tali lavoratori, possa rafforzare l'azione di contrasto a tali forme diffuse di precariato che, mascherate giuridicamente da "tirocinio", rappresentano invece attività ormai indispensabili al concreto funzionamento di tanti enti locali: basta con le vecchie logiche dell'immobilismo e cerchiamo tutti di costruire una società migliore".