Cosenza
 

Disabilità e mobilità, a Corigliano-Rossano (Cs) un Doblò da “Disabili No Limits” e “PMG Italia” per “I Figli della Luna”

La mobilità di persone anziane e con disabilità è un servizio essenziale per la comunità, ma l'accesso a mezzi di trasporto idonei non è sempre facile e sostenibile, soprattutto per associazioni che vivono di volontariato. Nei giorni scorsi a Corigliano-Rossano, ci hanno pensato Giusy Versace e PMG Italia, azienda impegnata nell'adattamento di veicoli per trasporto di persone con disabilità, consegnando in comodato d'uso gratuito, alla cooperativa sociale "I Figli della Luna" , un Doblò attrezzato e finalizzato alle esigenze di anziani e persone con disabilità. Per PMG Italia, azienda riconosciuta sul territorio nazionale, questa rappresenta un'importante opportunità per estendere i suoi servizi anche sul territorio calabrese.

Il ruolo di Giusy Versace e della sua onlus, la Disabili No Limits, in questo caso è stato quello di raccogliere l'appello di un territorio in difficoltà e aiutarlo, creando un'importante sinergia tra PMG Italia e i "Figli della Luna", una meritevole realtà, impegnata da 10 anni nella gestione di servizi socio-sanitari, educativi e assistenziali. "Ho conosciuto i Figli della Luna quando nel 2015 organizzarono una serata di beneficienza e mi invitarono a ballare assieme a Raimondo Todaro, dopo la nostra vittoria a Ballando con le Stelle – racconta la Versace - In quell'occasione ho scoperto che la cooperativa non era dotata di mezzi per il trasporto di anziani e persone con disabilità e così ho pensato di contattare l'azienda bolognese PMG Italia, che da anni mi affianca in tutti i miei progetti sociali, per chiedere il loro supporto. Anche questa volta, il vice presidente Marco Accorsi ha subito accolto favorevolmente la mia richiesta, dimostrando come la solidarietà non si ferma mai, neanche nei momenti più difficili come quelli che stiamo attraversando adesso".Il mezzo donato da PMG Italia è un Doblò bianco che è stato personalizzato con il logo e i colori della cooperativa e che, sul tettuccio, riporta il motto "Uno per tutti, tutti per uno".