Cosenza
 

Corigliano Rossano pensa alle grandi opere

Una manovra di circa 122 milioni, tra spesa corrente e spesa capitale, per realizzare non soltanto grandi opere preziose per lo sviluppo della Città ma interventi che la comunità intera aspetta da molto tempo.

È quanto ribadisce l'assessore al bilancio di Corigliano Rossano Giovanni Palermo che nel corso dell'ultimo Consiglio Comunale riunitosi nei giorni scorsi ha relazionato sul bilancio di previsione 2020-2022, il primo – scandisce – dell'Amministrazione Comunale guidata da Flavio Stasi, approvato insieme al Documento Unico di Programmazione (DUP), al Programma triennale delle opere pubbliche 2020-2022, all'elenco annuale 2020 ed al programma biennale degli acquisti di forniture e servizi 2020-2021.

Quale strumento programmatico – aggiunge – il bilancio di previsione risente fortemente dell'impulso che l'Esecutivo ha voluto dare per l'attuazione del processo di fusione. Si è seguito, infatti, un doppio binario: da un lato, la programmazione delle grandi opere renderà davvero unica la città; dall'altro si opererà sul costante lavoro di eliminazione di quelle criticità che affliggono da decenni il tessuto urbano delle due città originarie. In questo le linee programmatiche rappresentano la bussola.

La programmazione del percorso di fusione, varata dal consiglio comunale, passa dal programma del Trasporto Pubblico Locale (TPL) ai 36 milioni di finanziamenti pubblici per il nuovo sistema di depurazione della città e dal completamento della rete fognaria; dalla realizzazione del lungomare unico, con la riqualificazione di quello di Schiavonea alla lotta al randagismo ed alla manutenzione del verde pubblico, dei parchi e dei giardini; dalla promozione dei centri storci alla valorizzazione degli istituti di partecipazione; dalle piccole manutenzioni stradali a quelle relative al patrimonio edilizio comunale, come la riqualificazione del Palazzo delle Fiere – Quadrato Compagna; fino all'ambiente, passando dagli interventi di per la mitigazione del dissesto idrogeologico (5 milioni di euro). - Sono, queste, le principali voci inserite nel bilancio di previsione e che caratterizzano gli obbiettivi che l'Amministrazione Comunale intende perseguire.

Il Consiglio Comunale ha approvato anche la verifica della quantità e qualità di aree o fabbricati da destinare a residenza o attività produttive e terziarie che potranno essere cedute in proprietà o diritto di superficie per l'anno 2020; il Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni del patrimonio immobiliare triennio 2020-2022 ed il Programma delle collaborazioni autonome.