Cosenza
 

A Camigliatello Silano il Giro sulle Strade del rosato

La Sila si tinge di rosa nel prossimo weekend e sino al mercoledì quando sarà palcoscenico della quinta tappa del Giro d'Italia, la corsa in rosa per eccellenza.

Camigliatello Silano, infatti, sarà la location della rassegna Il Giro sulle Strade del rosato, una quattro giorni che a partire da sabato colorerà e inebrierà l'altopiano con i migliori vini rosati della provincia di Cosenza, selezionati dai sommelier dell'associazione ISF International Sommelier Foundation Calabria e proposti in abbinamento ai menu tipici silani preparati da ben 7 ristoratori.

L'evento è targato Sila Experience e ISF e vede il patrocinio del Comune di Spezzano della Sila e la collaborazione della Pro Loco di Camigliatello Silano, l'associazione dei maitre Amira sezione Cosenza-Sila e il Movimento Turismo del vino della Calabria.

Si parte da sabato mattina con la conferenza di presentazione, a cui parteciperanno tutti gli operatori coinvolti, alla presenza del sindaco di Spezzano della Sila, Salvatore Monaco, il presidente di Sila Experience Gianni Guido e il responsabile ISF per la Calabria Tommaso Caporale. A seguire subito il primo aperitivo in rosa presso uno dei "Pink Point" (così sono definitivi gli operatori che hanno aderito al progetto), il Gran Caffè Leonetti, con la "passerella" dei vini rosati che saranno protagonisti nelle varie degustazioni. A pranzo direzione San Giovanni in Fiore per assaporare le carni alla griglia della Griglieria Vallefiore in abbinamento al rosato della Vinicola Manna. In serata la cena dei Giganti presso l'Antica Filanda ai Giganti della Sila dove "sfileranno" i rosati della cantina Spadafora.

Domenica dedicata alle escursioni: appuntamento a contrada Serricella di Acri presso la cantina Acroneo condotta dall'archeo-produttore Gabriele Bafaro, per Cantine Aperte in Vendemmia, iniziativa del Movimento Turismo del Vino della Calabria. Per i più coraggiosi e amanti della bici, due percorsi denominati Biketasting con partenza dalla Casa del Forestiero di Camigliatello Silano e direzione Botte Donato e Cupone, uno al mattino e l'altro nel pomeriggio.

Lunedì mattina un'esclusiva per la rassegna enogastronomica che da ormai 4 anni accompagna una tappa del Giro d'Italia in Calabria. Dopo il vino del Giro quest'anno arriva una novità assoluta: il panettone del Giro, dalla ricetta della pasticceria San Francesco dei Fratelli Rizzo di Spezzano della Sila. Sarà presentato in anteprima nazionale, infatti, dagli stessi maestri pasticceri presso la Casa del Forestiero e fatto assaggiare ai curiosi per poi essere messo in vendita anche in vista delle prossime festività natalizie.

A seguire pranzo presso un altro noto ristorante a Camigliatello, Staziona e mangia con l'abbinamento ai vini rosati della cantina Chimento. Apericena a Le vie del Gusto sempre su via Roma con il rosè della cantina Le Conche.

Infine il martedì, vigilia della tappa del Giro, aprirà le porte il villaggio rosè presso la Casa del Forestiero con oltre 10 banchi di assaggio di vini selezionati dai sommelier ISF e vincitori dei primi messi in palio allo scorso Concorso sui vini rosati del Tirreno svoltosi a Donnici nello scorso mese di Giugno, tra cui il vino Maglia rosa. Non solo vino ma anche gastronomia insieme ad alcune aziende produttrici del circuito Sila Experience, come l'azienda Scrivano, il consorzio della Patata della Sila, Bosco liquori con il loro Amaro Silano. Il tutto accompagnato da un'altra specialità la cui ricetta sarà proposta per l'occasione, ovvero il "Turdillo silano al flambè" a cura dei maitre dell'associazione Amira Cosenza-Sila guidata da Biagio Talarico e sotto il coordinamento di Michele Giorno. Non mancherà anche per l'ultimo giorno il Pranzo del Giro presso le Sorelle Falcone in compagnia dei vini iGreco e la Cena del Giro che concluderà la rassegna presso la Tavernetta.

Tra le altre cantine del territorio coinvolte anche Spiriti Ebbri, Santoro e Azienda agricola Pedace Immacolata Cava di Melis.

Un tour esperenziale sulla scia del rosa,dunque, quello che anticiperà la tappa Mileto-Camigliatello Silano che oltra a decretare il più veloce sarà l'epilogo di una corsa slow tra tavola e cantine.