Cosenza
 

Crosia (Cs), sindaco e assessore scrivono agli studenti: “Nutrire la speranza per costruire il futuro post Covid”

«Mai così atteso fu il primo giorno di scuola. Bentornati ragazzi!». Parte da qui il messaggio che il sindaco Antonio Russo e l'assessore alla Pubblica istruzione, Gemma Cavallo, hanno trasmesso agli studenti, nel giorno in cui tutti gli istituti cittadini hanno ripreso le attività didattiche. «Nutrire la speranza per costruire il futuro post-covid». Questo l'augurio rivolto dagli amministratori ai giovani delle scuole primarie e secondarie.

IL TESTO DELLA LETTERA TRASMESSA ALLE SCUOLE

Siamo stati distanti, abbiamo sperimentato un nuovo modo di fare scuola, siamo stati in bilico tra tantissime incertezze ed il timore che la normalità di tutti i giorni non potesse più tornare. Ma la paura di una pandemia che, d'un tratto, ha pervaso anche le nostre tranquille latitudini che, spesso, pensiamo lontane dal resto del mondo, non ci ha sconfitti. Sette mesi lontani dalle aule delle nostre scuole hanno creato un vuoto di socialità immenso. Un vuoto che dovremo sapere colmare in tutti i modi rispettando, però, tempi e modi che ci impongono le regole anti-contagio. Sappiamo che il contatto fisico, gli abbracci, le strette di mano, le carezze, i baci sono metodi di comunicazione vitali ed essenziali per voi ragazzi. È il rapporto umano che sta alla base dell'evoluzione dell'uomo. Sappiamo tutti che questo oggi non è possibile se vogliamo salvaguardare la salute pubblica. Dopo il nulla, però, oggi possiamo ripartire dagli sguardi e dallo stare insieme. Il "valore classe" è essenziale: ieri eravamo distanti e vicini solo con il pensiero; oggi siamo vicini ma senza contatto. Domani ritorneremo e ritornerete ad essere quello che siete sempre stati, nella vostra bellissima normalità di bambini e adolescenti. Non sappiamo se il tunnel della pandemia da Coronavirus sia ancora lungo da percorrere e se ci siano degli ostacoli più grandi da superare. Non lo sappiamo. Però abbiamo una certezza, che è quella necessaria a guardare con più ottimismo al futuro: vediamo la luce infondo al buio. Preparatevi, dunque, a respirare a pieno la libertà della normalità quando saremo fuori da questo incubo che ci ha tenuti barricati in casa e che oggi continua a mantenerci fisicamente distanti. Iniziate da ora ad immaginare quello che sarà domani, come quel domani lo vorrete colorare e disegnare. E qui, da rappresentanti delle Istituzioni, non possiamo che lanciare un appello ai docenti e al personale scolastico affinché continuino a far nutrire speranza vera nei cuori dei nostri ragazzi. Il domani è loro. E non è uno slogan. È deve essere a tutti i costi realtà. Ma soprattutto dovrà essere un futuro bello che oggi abbiamo la possibilità di costruire insieme e a nostra misura dopo che il Covid-19 ha quasi resettato la nostra esistenza. Guardiamo al lato bello, al lato positivo di questi mesi che hanno fatto maturare in noi nuova consapevolezza e nuovo amore nell'apprezzare le cose semplici. La scuola, il mondo in cui si cresce, in cui si forma e si forgia, quel posto della nostra esistenza dove tutto si trasforma verso la progressione personale. Essere ritornati tra i banchi è una conquista per tutti: per noi amministratori che non abbiamo lesinato tempo ed energie per farvi riacquistare i vostri spazi; per i docenti che ritornano ad essere un punto di riferimento stabile e reale (non più virtuale); per voi ragazzi che da oggi ritornate a riposizionare la bussola della crescita. Non ci resta, allora, che augurarvi un buon inizio di anno scolastico che è il più bello e desiderato di sempre. Che sia per voi e per noi il primo passo verso una vera ripartenza, che sia per tutti il momento di sintesi per riscoprire il vero valore di una comunità che non vuole e non può lasciare nessuno indietro.

Intanto sono stati prorogati i termini per la richiesta del servizio per il trasporto per le scuole dell'infanzia e le primarie. Le domande potranno essere protocollate entro il prossimo Lunedì 5 Ottobre 2020. Non solo, entro lo stesso termine sarà possibile presentare le domande anche per le famiglie degli studenti delle scuole secondarie di Primo grado. Infatti, mantenendo gli impegni assunti con le famiglie, l'Amministrazione comunale è riuscita ad attivare il servizio Scuolabus per tutti i ragazzi delle scuole medie, soprattutto per quelli che risiedono nelle aree periferiche di Pantano, Pantano Martucci, Fiumarella, Sorrenti e Centro storico. Tutti i dettagli disponibili sul portale istituzionale www.comunedicrosia.it